Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Thomas Mann il Ven 13 Apr 2012, 18:58

Dunque, qualche settimana fa è apparso sul “Domenicale” del Sole 24 Ore, inserto culturale, un articolo del signor Fabio Rizzoli, dal titolo “Così si diventa fantasma”. Il signor Rizzoli si dilunga sulle prime righe ad illustrare qual è il suo mestiere, il ghostwriter appunto, illustrando con chiarezza la dinamica dell’approccio e del successivo svolgersi del suo lavoro. Le persone che non hanno mai immaginato che una mostruosità del genere fosse possibile, dall’articolo ricevono parecchie indicazioni utili. Insomma, il signore all’inizio sembra non porsi nessun problema di vergogna o di disagio nei confronti di una azione che in pratica appare come un palese inganno nei confronti del lettore. Il problema della falsità non sembra sfiorarlo, il signor Rizzoli ritiene che scrivere per un’altra persona e non far sapere al lettore che questo imbroglio è stato perpetrato sia una normale forma di relazione umana e commerciale. Solo a un certo punto sembra sfiorarlo un dubbio, infatti scrive: “Personalmente non solo non provo alcuna vergogna per il mestiere, ma anzi ne rivendico tutti i vantaggi,” Questo che appare come un plateale mettere le mani avanti, fa supporre che il povero Rizzoli non sia proprio così esente da crucci morali, soprattutto quando incassa soldi per un lavoro tanto sporco.
Nel leggere l’articolo sono rimasto stupefatto dalla faccia tosta del soggetto in questione, non solo sarebbe nelle sue intenzioni giustificare il crimine, ma addirittura renderlo addirittura proficuo come mezzo di diffusione delle idee, come se scrivere per un altro fosse uguale a chiedere a un imbianchino di ripulire l’appartamento o a un idraulico di cambiare un rubinetto. Penso invece che i ghostwriter siano davvero deleteri per la narrativa e la letteratura in genere, siano proprio la punta di diamante della corruzione e della decadenza a cui sono giunti i nostri istituti culturali. Sono un vero crimine contro l’umanità, in quanto pianificano e livellano la cultura a un grado di omologazione intollerabile.
Mi piacerebbe sapere la vostra opinione, in quanto ritengo l’argomento non di secondo piano, considerati danni che esso produce.
Thomas Mann
Thomas Mann
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 589
Età : 67
Località : Roma

http://www.ilgiardinodizarathustra.it

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da nick mano fredda il Dom 15 Apr 2012, 11:24

be', thomas, non per prenderla troppo alla lontana ma qualche settimana fa qui dentro si discuteva su chi ha scritto davvero i vangeli o gli annali di tacito... insomma i ghostwriters vengono da lontano e vanno lontano... per esempio, dal momento che ogni giorno nel mondo succedono un sacco di cose, chi decide (vogliamo chiamarlo ghostwriter della coscienza mondiale?) quelle quattro o cinque che ci arriveranno dai telegiornali? e che ci spingono, giorno dopo giorno, come la goccia cinese, alla rabbia, alla paura, all'attrazione verso qualcosa, alla diffidenza per qualcos'altro, allo stare svegli su un problema, alla sonnolenza su un altro...o vogliamo parlare dei fantastici ghostwriters di abc, alfano (=berlusconi) bersani (=de benedetti) casini (=vaticano) vogliamo parlare dei ghostwriters di monti e draghi? il povero rizzoli mi pare davvero l'ultimo dei problemi... e poi perché prendersela con lui e non col vero ghostwriter? cioè l'editore, che è chiaramente quello che ha organizzato tutto e che è il vero sconcio di quella faccenda... ops... forse perché pure il sole 24ore ha un suo ghostwriter, cioè la confindustria, e quell'editore probabimente ne è pure socio?
Wink
nick mano fredda
nick mano fredda
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 990
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da lauramegali il Dom 15 Apr 2012, 15:27

Anche io ho provato a scandalizzarmi ma non ci sono riuscita. Ben altre le schifezze che mi disgustano.
Restringendomi al campo letterario, il "povero" Rizzoli pubblica anche firmando con il suo nome, per Fernandel. In ogni caso, lo scrittore fantasma è un vecchio fenomeno perché i cialtroni sono sempre esistiti. Alludo ai committenti ( CE e autori "ufficiali", cioé uomini politici, vip, sedicenti romanzieri, ecc. ).
Lo scrittore fantasma non è che un professionista della scrittura (più o meno bravo, certo). Un professionista come tanti, che percepisce un compenso per il suo lavoro.Tutto sommato, uno meno ossessionato di altri dalla smania di successo e visibilità.
Un ghost writer, per necessità economiche, fu Lovecraft.
lauramegali
lauramegali
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 343
Località : valle dei laghi

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Aspide il Dom 15 Apr 2012, 17:10

Mio caro, dolce e amatissimo Lovecraft. Tu che passavi la notte in bianco pur di non svegliare il gattino che si era addormentato sulle tue ginocchia e poi scrivevi certe cose...
E' vero, Laura, lui scrisse tanti racconti per gli altri, perché con il suo nome non glieli pubblicavano mai. Ma vi rendete conto? L'inventore della fantascienza, il più grande di tutti, che è costretto a scrivere per scrittorucoli da quattro soldi? Come si fa ad avercela con i ghost writer sapendo che LUI ha dovuto fare quello stesso mestiere per sopravvivere? No
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Thomas Mann il Dom 15 Apr 2012, 19:49

La vostra leggerezza nei cnfronti del problema mi spaventa un po', se non si trova condivisione neanche fra i migliori figuriamoci fra i peggiori. Tuttavia, il fatto che l'inganno sia generalizzato su più fronti, questo non legittima l'inganno, ossia, se ci sono gli omicidi non è detto che uccidere sia lecito. In verità perso che il gost sia semplicemente sintomo della feroce dittatura a cui siamo sottoposti. Tu come individuo libero e pensante non puoi permetteri di divulgare le tue idee e in tuo modo di scrivere, ci deve essere un delinquente omologato che lo fa al posto tuo, questa è la logica del regime. Una volta le dittature ti impedivano materialmente di pubblicare, oggi la dittatura si è raffinata e usa l'inganno. Il fatto che ci sono tante situazioni simili non mi conforta affatto, per me il gost rimane un criminale al servizio di criminali.
Thomas Mann
Thomas Mann
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 589
Età : 67
Località : Roma

http://www.ilgiardinodizarathustra.it

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da lauramegali il Dom 15 Apr 2012, 20:37

Thomas Mann ha scritto: Tu come individuo libero e pensante non puoi permetteri di divulgare le tue idee e in tuo modo di scrivere, ci deve essere un delinquente omologato che lo fa al posto tuo, questa è la logica del regime.


Vuoi forse dire che l'editoria dovrebbe permettere, a chi soggiaccia a questo imperativo etico, di diffondere il proprio Verbo, nello stile che preferisce? Oh VANITAS VANITATUM...Comunque, quel tipo di editoria c'è gia, è il self publishing, che ha un prezzo contenuto.
Per me il ghost esiste perché esistono gli intrallazzatori. Così come le prostitute perchè esistono i clienti.


x Asp. Sì, un grande, Lovecraft. e anche un benefattore degli asini, che esistevano anche allora. Sempre senza comparire, ripuliva i loro scritti di tutte le fregnacce grammaticali e sintattiche!
lauramegali
lauramegali
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 343
Località : valle dei laghi

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da alessandro.maiucchi il Lun 16 Apr 2012, 09:53

I ghostwriter (in Italia si chiamano "negri" nel gergo) sono sempre esistiti e sempre esisteranno, sia nella letteratura che nella musica e probabilmente nel cinema. Non c'è modo di eliminarli, quindi perchè lamentarsene? Peraltro, nel 99% dei casi scrivono meglio dei loro datori di lavoro...
alessandro.maiucchi
alessandro.maiucchi
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 153
Età : 54
Località : Roma

http://www.alexmai.it

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Writer il Lun 16 Apr 2012, 11:59

Comunque, quel tipo di editoria c'è gia, è il self publishing, che ha un prezzo contenuto.

Stavo per infierire contro i negri - in italiano ha una nota sacrificale che rende meglio il mestiere, non so se tutti siete d'accordo -, poiché è un mestiere ingannatore, un po' come comprare un paio di scarpe di Jimmy Choo e poi scoprire che sono contraffatte, quando leggo quella frase scritta da lauramegali. Oddio, mi sono dettto, ma qui si va dal fuoco alla brace. I ghostwriter (vi prego pluralizzare le parole inglesi seguendo la grammatica anglosassone è terribile, allora perché non dite pure hamburgers, computers, playstations, airbags, pubs, etc., etc.!), fanno un lavoro sporco, prendono in giro il lettore - ma mica sempre, poiché è ovvio, anche se non palesato, che l'autobiografia di un calciatore, spesso anche di un politico, in realtà è una biografia, cioè, in parole povere, gliel'hanno scritta! - ma alla fine non fa tanto male a nessuno, ma pubblicare con l'autopubblicazione ha rovinato l'economia dell'editoria, la distribuzione dei libri è andata a farsi benedire e il risultato è che la letteratura oggi fa schifo, perché si trova di tutto. Quelli dell'autopubblicazione non sono case editrici, ma vere e proprie tipografie, nel senso che non fanno lavoro di editing, non leggono nemmeno quello che gli spedite e loro lo stampano, persino se inviate lo scontrino della spesa, persino se inviate il vostro rotolo di carta igienica, tutto, praticamente tutto e questo è peggio del negro!

Writer
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 144
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Thomas Mann il Lun 16 Apr 2012, 17:09

Devo dire che l'intervento di Alessandro mi ha spaventato davvero, in pratica lui dice che al tempo degli antichi Romani esistevano gli schiavi e se qualcuno diceva che la schiavitù è una cosa riprovevole, si poteva rispondere che in fondo era sempre esistita, così come tutte le altre cose brutte che l'umanità conosce, immagino.
Per quanto riguarda invece i gost, se la cosa fosse del tutto legittima e senza pecche morali, per quale motivo non mettono sulla prima pagina del libro l'autore vero, così come fanno per le traduzioni? Potrebbero scrivere: scritto da... invece no, perché lo sanno bene che è una cosa sporca e la tengono nascosta.
L'autopubblicazione non è un'alternativa valida, è una forma di disperazione e una speculazione.In fondo è come la masturbazione, dato che non ho una compagna e non ho i soldi per andare dalle professioniste non mi resta che l'autoerotismo, potrà anche essere piacevole, ma fa tanta tristezza a volte.
Thomas Mann
Thomas Mann
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 589
Età : 67
Località : Roma

http://www.ilgiardinodizarathustra.it

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da granchio il Lun 16 Apr 2012, 20:03

Thomas, ti riporto la mia personale esperienza: a me non fa tristezza però posso attestare un preoccupante calo della vista.

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Aspide il Lun 16 Apr 2012, 20:28

granchio ha scritto:Thomas, ti riporto la mia personale esperienza: a me non fa tristezza però posso attestare un preoccupante calo della vista.
Che vuol dire? Question
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Sall il Lun 16 Apr 2012, 20:39

Writer ha scritto:Quelli dell'autopubblicazione non sono case editrici, ma vere e proprie tipografie, nel senso che non fanno lavoro di editing, non leggono nemmeno quello che gli spedite e loro lo stampano, persino se inviate lo scontrino della spesa, persino se inviate il vostro rotolo di carta igienica, tutto, praticamente tutto e questo è peggio del negro!

Noi stiamo per pubblicare una raccolta di racconti e abbiamo utilizzato un servizio di self-publishing. Per questo motivo posso dire di sapere discretamente di cosa parlo e trovo il tuo intervento un po' semplicistico e non molto aderente alla realtà. Il discorso è vasto, eventualmente aprirò un thread dedicato. In breve: il lavoro di editing lo fanno, se paghi il servizio. Leggono e valutano il tuo lavoro, se paghi il servizio. Fanno esattamente ciò che farebbe una casa editrice "tradizionale" se paghi il servizio. Una tipografia non ti mette il codice ISBN, per dire.

La pubblicazione e l'autopubblicazione sono due cose completamente diverse ed è ovvio che un servizio di self-publishing non possa rifiutarti una pubblicazione. Il fatto che ognuno possa auto-pubblicarsi grazie a questi servizi naturalmente aumenta il livello di "potenziale spazzatura" ma dà anche la possibilità a chi invece non rientra per qualche motivo in alcuna linea editoriale di essere pubblicato. Ricordiamoci che dal self-publishing sono venuti alla luce autori che oggi pubblicano in grandissime case editrici. Ricordiamoci, inoltre, che già molte case editrici distribuiscono molta spazzatura e, per finire, ricordiamoci che le case editrici sono delle aziende, molte delle quali devono rispondere a una legge di mercato e la legge di mercato la facciamo noi. Ergo se 5 milioni di persone leggono feccia, le case editrici, per restare in piedi, dovranno pubblicare feccia.
Nessuno obbliga nessuno a leggere un'opera auto-prodotta. Non vedo che male ci sia, è soltanto una possibilità in più per noi scrittori e per noi lettori, non ci sputerei sopra.

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da granchio il Lun 16 Apr 2012, 20:55

sui ghost non mi sono fatto un'idea così precisa ma a me pare un lavoro come un altro. Lo so Thomas che mi bollerai come un insensibile superficiale ma é solo un problema di prospettive, la mia é quella di un funzionario della pubblica amministrazione che ragiona in modo cinico ma pratico: se un datore di lavoro retribuisce un proprio dipendente secondo contratto non c'é colpa né dolo, né vedo delinquenti e dittatori e neppure responsabilità patrimoniali e morali. Peraltro, per quanto ne so, un ghost potrebbe guadagnare dieci volte quello che guadagno io, in tal caso non starebbe male. Neppure con cinque volte tanto. Allora qual'è la morale? La Fiat ha appena immesso sul mercato la nuova Panda ma sopra la targa non c'é scritto "ritocchi di Giuliano Biasio"

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Aspide il Lun 16 Apr 2012, 21:04

Onestamente, io il ghost writer lo farei. Deve essere meno atroce di passare la vita a scuola in mezzo a un branco di ragazzini rompicoglioni. Se rinasco, ci penso. Ormai, la vita me la sono rovinata per bene. Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. 503797
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da granchio il Lun 16 Apr 2012, 21:07

Aspide ha scritto:
granchio ha scritto:Thomas, ti riporto la mia personale esperienza: a me non fa tristezza però posso attestare un preoccupante calo della vista.
Che vuol dire? Question

Asp, ma come?!? non ti sei mai confessata con prete cattolico? non sai nulla del forte legame tra diottrie e onanismo? Sai che il 60% della popolazione adulta maschile porta gli occhiali? Siamo di fronte a un fenomeno terribile e inarrestabile, triste secondo Thomas allegro secondo altri, ma comunque attuale e preoccupante: viviamo immersi in una società di segaioli. Brrr...

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Sall il Lun 16 Apr 2012, 21:43

Aspide ha scritto:Deve essere meno atroce di passare la vita a scuola in mezzo a un branco di ragazzini rompicoglioni. Se rinasco, ci penso. Ormai, la vita me la sono rovinata per bene. Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. 503797

Giornata pesante? Laughing

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Aspide il Lun 16 Apr 2012, 22:04

Veramente anche io, da qualche anno a questa parte, porto gli occhiali, ma mi hanno detto che è il cristallino che si deforma in vecchiaia. Smile
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Aspide il Lun 16 Apr 2012, 22:05

Sall ha scritto:
Aspide ha scritto:Deve essere meno atroce di passare la vita a scuola in mezzo a un branco di ragazzini rompicoglioni. Se rinasco, ci penso. Ormai, la vita me la sono rovinata per bene. Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. 503797

Giornata pesante? Laughing
Pesantissima pale
Buonanotte Sleep
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Momo il Lun 16 Apr 2012, 22:28

Io invece condivido le posizioni di Thomas.
Magari ci penserò, e aggiungerò altre considerazioni, ma al momento questo è quello che mi viene in mente.
Quello che trovo inaccettabile del ghost writing è la sua fondamentale disonestà.
Certo, dice bene Laura Megali: esiste perché esistono gli sfruttatori. Ma se non ci fossero persone che accettano lo sfruttamento, gli sfruttatori non avrebbero la possibilità di esistere. Come nella maggior parte dei casi, una relazione è possibile se si è almeno in due.
L'attività del ghost writer è per me peggio della prostituzione. In realtà la persona che si prostituisce lo fa con la propria identità ben in evidenza; non c'è falsità in questo, ma solo mercificazione di una parte di sè - che può o non può essere condivisa. Certo, come nel caso della prostituzione ci saranno persone veramente disperate che utilizzano il ghost writing per riuscire a campare, ma non credo siano la maggioranza. Sono invece convinta che per molti ghost writer il fatto di "tirare a campare" finirà per diventare un'autogiustificazione: ognuno di noi è esperto nell'arte di giustificare a se stesso i propri comportamenti moralmente dubbi raccontandosi che non c'erano alternative,
Mi è capitato di lavorare per un ente parco, al quale ho "prestato la mia penna" per materiale promozionale e così via. Naturalmente su un dépliant non ci scrivono "testi di Momo". Semplicemente non c'è scritto l'autore. Il lettore sa bene che qualcuno, da qualche parte nei meandri dell'ente Parco, si è sbattuto per scrivere quei testi; qualcuno di cui non sa il nome. Il patto di onestà tra scrittore e lettore non è rotto.
Un altro caso: scrivo sotto pseudonimo. In questo caso io sono nascosta, ma corrispondo comunque a me stessa. Il lettore può credere che lo pseudonimo sia il mio nome vero, o magari sa che io, che per chissà quali motivi, non ho intenzione di uscire allo scoperto; comunque io scrivo a nome mio, anche se ho deciso di chiamarmi in un altro modo.
Nel ghost writing una persona finge di essere un'altra persona, senza che il lettore sia di questo consapevole; anzi, è proprio il fatto che il lettore non è consapevole che sono io, una qualsiasi anonima Momo, ad aver scritto il romanzo, ma crede sia stato il grande Pinco Pallo, a spingerlo a comperare un libro.
Pinco Pallo acquisisce fama, fa sognare la gente, si fa bello con qualcosa che il suo misero cervello pincopalloide non avrebbe mai potuto concepire. La gente associa alla sua figura la mia scrittura e le mie intuizioni. Gli scrive lettere, magari, gli confida le proprie sensazioni e i propri pensieri, credendo che il suo misero cervello pincopalloide possa capirli e sia solidale con loro - mentre a lui interessa solo la fama. E questo mi sembra molto disonesto.
Forse perché a me nel periodo della crescita è capitato di ammirare degli scrittori, di ringraziarli mentalmente per esserci, non sopporterei di sapere che quei pensieri non erano loro. E non riesco ad immaginare con che faccia una persona possa spacciarsi per l'autore di qualcosa che non ha scritto.
Secondo me essere autore di qualcosa implica una precisa responsabilità sociale; per assurdo, un sedicente scrittore potrebbe diventare un idolo e un esempio per altri, senza averne il minimo merito; e questo potrebbe essere persino pericoloso. E' una finzione, è una forma di tradimento, e dal mio punto di vista diventare ghost writer comporta una rinuncia alla propria dignità, perché significa diventare complice di una truffa perpetrata ai danni della società: quella che porta un Pinco Palla privo di qualsiasi qualità ad essere riconosciuto come un'autorità, ad avere potere sugli altri (perché la fama è una forma di potere).
Penso che ci lamentiamo tanto della nostra società piena di corruzione, ma non ci rendiamo conto che la società è fatta di persone, e che non possiamo pretendere che cambi se siamo i primi ad accettare di non essere trasparenti e onesti con il prossimo.
Poi, questo non significa che io non desideri rispettare le scelte individuali, ma devo dire sinceramente che la pratica del ghost writing mi infastidisce molto e che devo contare fino a un tot per riuscire a rispettare questo tipo di scelta... Smile
Momo
Momo
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 237
Età : 39
Località : Sconosciuta a Google Earth

http://www.senzaombrello.it

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Artemisia il Lun 16 Apr 2012, 23:07

Sarò strana io, ma sono convinta che chi dovrebbe vergognarsi è colui o colei che mette la firma su qualcosa che non è frutto della sua mente, della sua arte!
Il ghostrwriter è una persona che ama scrivere al di là di tutto e lo fa sapendo che i suoi meriti non verranno mai riconosciuti. Quanti di noi sarebbero disposti a fare una cosa del genere? Scusate ma io la vedo diversamente.

_________________
"Se uno sogna da solo, è solo un sogno. Se molti sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà."
(Friedensreich Hundertwasser)
Artemisia
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5379

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da nick mano fredda il Lun 16 Apr 2012, 23:09

@thomas
qui non si tratta di legittimare l'inganno, si tratta di capire che siamo immersi in un megainganno, e quindi inutile prendersela col microingannatore rizzoli, o meglio si può fare ma mi pare una posizione un po' da centrodestra all'italiana, distratto coi miliardari e vigile coi morti di fame

@writer
guarda che ghostwriters era ironico, alla arbore
nick mano fredda
nick mano fredda
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 990
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Artemisia il Lun 16 Apr 2012, 23:19

E aggiungo, quando leggo un buon libro sono felice e in fondo non m' importa chi sia l'autore, foss' anche Firmino il topolino Exclamation

_________________
"Se uno sogna da solo, è solo un sogno. Se molti sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà."
(Friedensreich Hundertwasser)
Artemisia
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5379

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da granchio il Mar 17 Apr 2012, 00:19

Artemisia ha scritto:E aggiungo, quando leggo un buon libro sono felice e in fondo non m' importa chi sia l'autore, foss' anche Firmino il topolino Exclamation

ti straquoto arte, non aggiungo altro perché in alcuni casi la sintesi spiega meglio di mille parole.

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da lauramegali il Mar 17 Apr 2012, 12:38

@nick
"...Distratto coi miliardari e vigile coi morti di fame" è una caratteristica nazionale, è vero.

In questa tipica questione di lana caprina l'argomento dirimente, provando a mettersi nei panni dei due ...complici (tali Momo ritiene siano il ghost e il romanziere fasullo) è immaginare quali possano essere le motivazioni di ognuno. Mi è facile decidere, così, quali sono più confessabili.
E poi, ripetendomi, mi piace di più chi aspira al quarto d'ora di silenzio rispetto ai vanesii a ogni costo. Sempre tenendo presente che voler mettere le mutande a questo mondaccio serve a poco.
Tuttavia, se sapessi che un autore a me caro è minimamente sospettabile di questa truffa, non lo comprerei più (e lui se ne farebbe un baffo, lo so).
In verità s'è detto dell'ultimo Faletti (ghost americano) ma, ammesso sia vero, a farne a meno non faccio fatica, data la sua prosa alluvionale e sciatta.
lauramegali
lauramegali
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 343
Località : valle dei laghi

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Writer il Mar 17 Apr 2012, 13:00

Comunque sono d'accordo sul fatto che a vergognarsi debba essere colui che incarica un ghostwriter e poi si spaccia per un grande scrittore. Non me la prendo con i negri semplicemente perché li capisco. Se qualcuno, magari in un momento di bisogno economico, viene da voi e vi offre dei soldi in cambio per scrivere qualcosa, voi che fate?

Ultimamente m'è capitato la testimonianza si un'amica che ha scritto per un noto politico un libro, una sorta di saggio, in cambio di, credo, diecimila euro. Lei ovviamente cosa poteva fare? La cosa peggiore è che il libro vinse persino in Francia un riconoscimento e tutto il merito lo prese il politico in questione, fregandosene persino di condividire la vittoria in privato con la persona che veramente aveva scritto il libro.

Di chi è la colpa è abbastanza evidente, ma è un male che non può essere curato, poiché spesso, tale inganno, non è palesato nemmeno all'editore - a differenza dello pseudonimo.

Writer
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 144
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ghostwriter: un crimine contro l'umanità. Empty Re: Ghostwriter: un crimine contro l'umanità.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 3 1, 2, 3  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.