Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo

Andare in basso

Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo Empty Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo

Messaggio Da Artemisia "L" Wolff il Ven 16 Ago 2013, 14:24

"Sei ancora quello della pietra e della fionda,
uomo del mio tempo. Eri nella carlinga,
con le ali maligne, le meridiane di morte,
t’ho visto – dentro il carro di fuoco, alle forche,
alle ruote di tortura. T’ho visto: eri tu,
con la tua scienza esatta persuasa allo sterminio,
senza amore, senza Cristo. Hai ucciso ancora,
come sempre, come uccisero i padri, come uccisero
gli animali che ti videro per la prima volta.
E questo sangue odora come nel giorno
Quando il fratello disse all’altro fratello:
«Andiamo ai campi». E quell’eco fredda, tenace,
è giunta fino a te, dentro la tua giornata.
Dimenticate, o figli, le nuvole di sangue
Salite dalla terra, dimenticate i padri:
le loro tombe affondano nella cenere,
gli uccelli neri, il vento, coprono il loro cuore."




Reputo che questa poesia si addica molto ai giorni nostri, contemporanea sia per la scrittura che per l'analisi dei versi.
Ho sempre sentito molto vicine queste parole di Salvatore Quasimodo.

Voi cosa ne pensate?

Artemisia "L" Wolff
Inchiostro Bianco
Inchiostro Bianco

Messaggi : 36

Torna in alto Andare in basso

Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo Empty Re: Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo

Messaggio Da Video il Ven 16 Ago 2013, 15:56

Sfortunatamente sarà attuale sino a quando gli uomini non la smetteranno di uccidersi, quindi, temo, per sempre. Non la conoscevo, grazie per avermela. Fatta incontrare.
Video
Video
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 700
Età : 51
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo Empty Re: Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo

Messaggio Da Artemisia il Ven 16 Ago 2013, 16:39

Attualissima e, forse, sempre lo sarà. L'uomo del presente è come l'uomo del passato, la sua natura "bestiale" capace di portare morte e sofferenza non è mutata. Il poeta esorta le nuove generazioni a "dimenticare" le atroci gesta dei loro padri. Il verbo "dimenticare", in questo caso, ha una diversa accezione nel senso di non seguire le orme di coloro che ci hanno preceduto.
Ricordo che a scuola mi colpì molto questa poesia, bella e tragica.

_________________
"Se uno sogna da solo, è solo un sogno. Se molti sognano insieme, è l'inizio di una nuova realtà."
(Friedensreich Hundertwasser)
Artemisia
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5379

Torna in alto Andare in basso

Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo Empty Re: Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo

Messaggio Da Artemisia "L" Wolff il Ven 16 Ago 2013, 20:22

Io apprezzo molto il riferimento a Caino e Abele, molto d'impatto riferirsi a quasi l'inizio dei tempi. Oso dire che, a mio gusto, reputo questa poesia la migliore di Quasimodo.
Spero che i nostri successori abbiano l'opportunità di apprezzarla ma di non comprenderla, me lo auguro...

Artemisia "L" Wolff
Inchiostro Bianco
Inchiostro Bianco

Messaggi : 36

Torna in alto Andare in basso

Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo Empty Re: Uomo del mio tempo. Salvatore Quasimodo

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.