Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Lettera al figlio

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da Thomas Mann il Ven 05 Nov 2010, 16:52

Ehi ragazzi? Toc toc... che qualcosa nella vostra capoccetta? Ma con chi sto cercando di conversare io? La California come è vista qui da noi, non la California com'è nelle sue innumerevoli sfaccettature sociologiche. Ma no che non ci sono mai stato, mi ci dovrebbero trascinare con la violenza, ma conosco bene chi c'è stato, perché c'è stato, conosco bene chi ci ha vissuto, insomma, se dico qualcosa in proposito lo dico con cognizione di causa, senza strafare. Nella mia palestra tutti vogliono andarci per conoscere le californiane e perché c'è il mare. Non vi sembra un'ambizione da scemi? Un mio amico è tornato giusto un mese fa, è andato a correre sulla spiaggia e a farsi fotografare con qualche povera disgraziata, non ha trovato nulla di meglio da fare. Insomma, tentiamo di capire o è tutto fiato sprecato?
Thomas Mann
Thomas Mann
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 589
Età : 67
Località : Roma

http://www.ilgiardinodizarathustra.it

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da Ratsy il Ven 05 Nov 2010, 17:07

Thomas Mann ha scritto:Ehi ragazzi? Toc toc... che qualcosa nella vostra capoccetta? Ma con chi sto cercando di conversare io? La California come è vista qui da noi, non la California com'è nelle sue innumerevoli sfaccettature sociologiche. Ma no che non ci sono mai stato, mi ci dovrebbero trascinare con la violenza, ma conosco bene chi c'è stato, perché c'è stato, conosco bene chi ci ha vissuto, insomma, se dico qualcosa in proposito lo dico con cognizione di causa, senza strafare. Nella mia palestra tutti vogliono andarci per conoscere le californiane e perché c'è il mare. Non vi sembra un'ambizione da scemi? Un mio amico è tornato giusto un mese fa, è andato a correre sulla spiaggia e a farsi fotografare con qualche povera disgraziata, non ha trovato nulla di meglio da fare. Insomma, tentiamo di capire o è tutto fiato sprecato?

Ma Thomas... la California non è SOLO sea, sex & sun...

insomma, come dire che l'Italia si riassume in pizza, mandolino e mafia. Un po' limitativo, non credi?
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da ale il Ven 05 Nov 2010, 17:39

Ratsy ha scritto:...

Ma Thomas... la California non è SOLO sea, sex & sun...

Noooo RAtsy. Mi disilludi così? Sono cresciuta a pane e Baywatch, io.

ale
ale
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1299
Località : spostata

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da Ratsy il Ven 05 Nov 2010, 17:42

ale ha scritto:
Ratsy ha scritto:...

Ma Thomas... la California non è SOLO sea, sex & sun...

Noooo RAtsy. Mi disilludi così? Sono cresciuta a pane e Baywatch, io.


Non SOLO ale, ma rassicurati, c'è! c'è!! Very Happy

Tra l'altro ho visto una foto recente di Pamela... m'ha messo n'angoscia Shocked

prima paura... e poi angoooscia

poi paura di nuovo... tic tac tic tac
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da Sall il Ven 05 Nov 2010, 18:03

Ratsy ha scritto:

Tra l'altro ho visto una foto recente di Pamela... m'ha messo n'angoscia Shocked

prima paura... e poi angoooscia

poi paura di nuovo... tic tac tic tac


A noi piace ricordarla così Laughing
Lettera al figlio - Pagina 3 91290710


Laughing

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da granchio il Ven 05 Nov 2010, 20:58

Thomas Mann ha scritto:Perdonami Granchio se ritorno sul tema California ma io credo nei caratteri comuni, ossia se diciamo che i tedeschi sono un popolo ordinato lo sono anche se qualcuno non lo è. Quello dell'ordine è un carattere comune. Per quanto riguarda la California il carattere comune è che sia ora una meta molto pecoreccia, mi dispiace per tuo figlio ma lo è. Se poi andiamo a spulciare e a frugare magari troviamo anche qualcosa di buono, come in tutto ci può essere, ma la realtà è che resta pecoreccia. Così come la Sardegna, è la patria di Gramsci e di Berlinguer ma è anche quel gran sputtanamento che sappiamo, e che fa ora il suo carattere comune, forse.
Sbaglio?

sai perchè sbagli? perchè la sardegna è una terra popolata da gente normale, che lavora, produce, lotta, qualche volta sopravvive, e sempre con dignità e nella consapevolezza di quale sia la linea di demarcazione tra le cose che valgono e quelle che non meritano neppure un pensiero.
la costa smeralda è un'anomalia, un minuscolo pezzo di terra popolato da alieni. Se uno di quei personaggi venisse da queste parti esibendo i comportamenti da grande fratello che vanno tanto di moda in questa società di zombi, ti garantisco che non avrebbe tanto successo ma solo necessità di un buon dentista.
Per noi quel mondo è assolutamente sconosciuto, è una specie di zoo abitato da specie diverse che vivono grufolano e si riproducono nel loro ambiente, non so neppure se facciano l'amore come lo facciamo noi, se mangino come mangiamo noi, se dormano come dormiamo noi, forse è un mondo che non esiste. Anzi sai che ti dico? è sicuro, non esiste.
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da granchio il Ven 05 Nov 2010, 21:08

Thomas Mann ha scritto:Ehi ragazzi? Toc toc... che qualcosa nella vostra capoccetta? Ma con chi sto cercando di conversare io? La California come è vista qui da noi, non la California com'è nelle sue innumerevoli sfaccettature sociologiche. Ma no che non ci sono mai stato, mi ci dovrebbero trascinare con la violenza, ma conosco bene chi c'è stato, perché c'è stato, conosco bene chi ci ha vissuto, insomma, se dico qualcosa in proposito lo dico con cognizione di causa, senza strafare. Nella mia palestra tutti vogliono andarci per conoscere le californiane e perché c'è il mare. Non vi sembra un'ambizione da scemi? Un mio amico è tornato giusto un mese fa, è andato a correre sulla spiaggia e a farsi fotografare con qualche povera disgraziata, non ha trovato nulla di meglio da fare. Insomma, tentiamo di capire o è tutto fiato sprecato?

Thomas ma se tu frequenti degli imbecilli che colpa ne ho? Non stò a riferire ciò che mi ha raccontato granchio junior, ma ti garantisco che c'è ben altro oltre la corsa sulla spiaggia con la escort sportiva.
Secondo me dovresti cambiare amicizie.
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da granchio il Ven 05 Nov 2010, 21:47

Oggi sono andato a fare un sopralluogo e sono sceso nel greto del “Flumineddu”, un corso d’acqua che scorre pigro in mezzo a una spaccatura nella montagna. Per arrivarci ci vuole il fuoristrada o si va a piedi. Sono stato accompagnato con un fuoristrada a cassone, piuttosto vissuto, adibito al trasporto di bestie e mangime per i maiali. Nei pressi del fiume ci aspettava il capofamiglia che si è presentato: “piacere Jubanne”. Piacere è stata la sola parola che ha pronunciato in italiano, poi mi ha parlato sempre in dialetto dorgalese. Il posto è straordinario, lunare, anche impressionante, si capisce che comanda la natura e l’uomo può solo assecondarla.
Jubanne è un uomo di 65 anni, che dal collo in giù ne dimostra venti, dal collo in su 80. Viso scavato, barba di tre giorni, pochi denti, occhi azzurri e vivaci, un po malinconici. I resti di un uomo bello. Traduco quello che gli ho strappato, anche perché quel genere di persone non parla facilmente se non ha cose importanti da dire. Sono uomini verso i quali ho il massimo rispetto e la loro vita mi affascina, quindi mi permetto di fare domande.
“vivo quà dal 1950 da quando avevo 5 anni. A quell’età ho iniziato a fare il capraio e ho continuato sempre e così è stato sempre, per tutti questi anni. Scusatemi (queste persone ti danno del voi) se vi parlo in sardo ma non ho studiato e sono ignorante. Dite che questo è un posto bello? Si, già è bello ma è anche brutto, per tutto quello che ho passato. Ma non mi lamento e ho avuto moglie e questi che vedete sono miei figli e mio genero. Sono contento così. Ora bevete un poco di questa acquavite che vi scalda”.
Io l’acquavite l’ho bevuta, alle 10 di mattina cazzo, mi ha mezzo demolito, ma non potevo dare un dispiacere a Jubanne.
Mentre andavo via ho pensato che un uomo così appartiene alla stessa specie degli esseri umani che frequentano la costa smeralda, incredibilmente alla stessa specie alla quale appartiene lele mora e i suoi amici e se mai ho avuto dubbi ho capito bene quale differenza passi tra un uomo e un UOMO.


Ultima modifica di granchio il Sab 06 Nov 2010, 11:52, modificato 1 volta
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Lettera al figlio

Messaggio Da Aspide il Ven 05 Nov 2010, 23:15

Che bello, il figlio è partito! Non credo che esista esperienza più fantastica al mondo (per il figlio, naturalmente). Avevo 19 anni quando mio padre, alle tre di notte (o di mattina) mi ha portato a Ciampino e mi ha costretta a salire su un aereo. Io frignavo da matti. Proprio non ci volevo andare. Invece, meno male che sono partita. Il guaio è stato che sono tornata. Soprattutto perchè c'era papà. Il bello dei padri è che ti mettono su un aereo e ti pagano pure il viaggio. Altrimenti, i figli come farebbero a partire? Io a mio padre sono stata grata per tutta la vita, per il suo slancio altruistico che ha messo da parte, almeno per un po', la possessività genitoriale. Oggi i figli partono più spesso. Quando avevo diciannove anni, invece, era ancora abbastanza raro. Ho sempre pensato che papà su quell'aereo ci sarebbe salito volentieri. Solo che non poteva. Era un adulto responsabile e non voleva mandare tutto a puttane. Tu hai fatto lo stesso? Se fossi tuo figlio te ne sarei grata per l'eternità. Non può essere altrimenti. In nessun modo.
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da Thomas Mann il Dom 07 Nov 2010, 18:16

Granchio volevo prima dirti che sto si scrive senza accento (Non stò a riferire ciò che mi ha raccontato...), poi passo al resto. Ma io non ho nessun dubbio che la Sardegna sia molto meglio di come la disegnano, tuttavia resta il fatto che l'immagine maggiormente trasmessa sia quella di Lele non so che cosa e i suoi amici omosessuali e sfogaomosessuali. Dunque, è probabile che ci siano più pastori Uomini, ma l'immagine e il carattere lo fanno i Lelemoriani. Spesso non è questione di maggioranza ma di forza dell'immagine. Qui a Roma ci sono delle persone incredibili che fanno il carattere che trasmette di sé nel mondo, ossia modello Verdone quando fa il coatto. Eppure è fatta anche di persone come me che sono trentanni che va in vacanza in Altoadige, Austria e Germania, e non si è mai accorto nessuno della gente del posto che siamo Romani, anzi, rimangono sorpresi quando lo diciamo. Tuttavia, il carattere di Roma è quello del coatto.
Non sono amici quelli della palestra, dciamo più conoscenti, e vedono quello che gli fanno vedere e cercano quello che gli fanno cercare.
Thomas Mann
Thomas Mann
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 589
Età : 67
Località : Roma

http://www.ilgiardinodizarathustra.it

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Lettera al figlio

Messaggio Da Aspide il Dom 07 Nov 2010, 18:33

Io adoro i sardi e la Sardegna. Sono dodici anni che ci passo il mese di luglio (esami di maturità permettendo). Vado sempre nello stesso posto. Pochi turisti, per lo più stranieri, e tanti sardi. I loro bambini nemmeno li senti, per quanto sono educati. Se tutti fossero come loro le persone avrebbero molte meno rotture di coglioni. La Sardegna è meravigliosa, e non solo per il mare. Adoro l'interno, il culurgioni (si scrive così?) di Urzulei, la statale orientale sarda che è splendida e deserta. Evito il Nord, perchè c'è casino. Penso invece che l'ogliastrino sia il posto più bello del mondo. Speriamo che ancora non lo scoprano. Ci ho anche ambientato un romanzo che ha vinto un paio di premi editoriali, ma non ho mai trovato un accordo per la pubblicazione. Però, quando lo leggo rivedo l'Ogliastro che sorge dal mare come una sirena e sono felice.
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Lettera al figlio - Pagina 3 Empty Re: Lettera al figlio

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.