Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

2011: Fuga dallo Strega

Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da Artemisia il Gio 07 Apr 2011, 12:29

Ieri sul giornale ho letto questo curioso articolo:

(Lettere al direttore: Mario Calabresi - da LaStampa.it)
2011: fuga dallo Strega
Cioè dal rischio e dalla sfida


Gentile direttore, mi ha molto colpito l’articolo che ho trovato ieri sulle pagine culturali della Stampa e che racconta, giustamente come una sorta di giallo letterario, l’incredibile «fuga dallo Strega 2011». Ma perché, mi sono chiesto da profano di premi (ma non di libri), perché tutti scappano da quella che è la competizione più prestigiosa fra le penne di casa nostra? Di certo non si tratta solo della banale paura di non vincere se fra i fuggitivi illustri c’è anche quello che viene da voi definito il «vincitore in pectore» Alberto Arbasino o lo stesso Umberto Eco «che si chiama fuori». Cos’è allora, snobismo? E le grandi case editrici, che a una a una si sfilano, perché lo fanno? Costa troppo? È per polemica? È che ormai è un atto formale ed è già tutto deciso prima? È uno dei tanti sintomi della malattia dell’editoria?
Non che sia uno di quelli che se in libreria vedono la fascetta con su scritto «Vincitore del Premio Strega» si precipitano alla cassa a comprarlo, però un po’ mi spiace se volesse dire che, a quella fascetta, non ci credono più nemmeno loro che i libri li scrivono e li fanno.
D. LONGO

Le logiche dei premi letterari sono di difficile interpretazione, bisogna essere degli iniziati (come i vaticanisti oggi o i cremlinologi trent’anni fa, che cercavano di decrittare le mosse dell’impero sovietico attraverso la disposizione dei membri del partito nella tribuna sulla Piazza Rossa) per capire le strategie delle case editrici.
In questo caso poi le cose sono complicate ulteriormente dal fatto che, nel tempo in cui i successi e le classifiche sono dettate soprattutto dai lanci in televisione, lo Strega sembra essere rimasto l’unico premio in grado di tirare le vendite. Così gli editori fanno calcoli sempre più complessi e si muovono non solo calcolando chi ha vinto in passato ma anche sui possibili candidati degli anni a venire. Se quest’anno ho un libro debole, perché mettermi in gioco se so che l’anno prossimo pubblicherò un autore che potrebbe invece vincere davvero?
Ma se facciamo piazza pulita di ogni elucubrazione, allora potremmo dire che quello che sta accadendo intorno allo Strega è specchio di questa fase storica dell’Italia: nessuno ha voglia di puntare su un giovane e di assumersi un rischio, così si è provato a ricorrere ai «venerati maestri», i quali però, con grande sapienza, si sono tirati fuori.
Viviamo tempi in cui si preferisce fare un passo indietro piuttosto che lanciare una sfida, in cui non si abbandona mai il certo e lo scontato per paura di una competizione in campo aperto. Manca gente che abbia voglia di fare scommesse azzardate, per il gusto del nuovo e del diverso, e questo è un vero peccato.



Io aggiungo un' ulteriore riflessione - provocazione: Forse è colpa degli stessi lettori che sembrano aver acquisito il piglio dei critici e riempiono il web di commenti al fulmicotone, facendo diminuire il prestigio del premio stesso. Ho letto decine di giudizi talmente negativi sugli ultimi romanzi cha hanno vinto il premio che avrebbero fatto passare la voglia di scrivere persino a Shakespeare!

Comunque resta il fatto che il Premio Strega ha la capacità di veicolare su di sé una grande attenzione e permette all'autore di raggiungere in poco tempo una più larga "fascia" di lettori nonché di aggiungere un'altra importante "fascia" al proprio romanzo che è quella di vincitore del relativo premio.
Very Happy
Artemisia
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5379

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da Artemisia il Mer 13 Apr 2011, 21:35

Sono 19, come l’anno scorso, le candidature presentate al Premio Strega 2011, segnato dal ritiro di grossi editori come Feltrinelli e Rizzoli. Presenti gli esordienti Di Grado e Virani.

Ecco la lista:

- L’energia del vuoto di Bruno Arpaia (Guanda);
- Malabar di Gino Battaglia (Guida);
- Nina dei lupi di Alessandro Bertante (Marsilio);
- La scoperta del mondo di Luciana Castellina (Nottetempo);
- Ternitti di Mario Desiati (Mondadori);
- Settanta acrilico trenta lana di Viola Di Grado (E/O);
- Mia madre è un fiume di Donatella Di Pietrantonio (Elliot);
- Nel mare ci sono i coccodrilli di Fabio Geda (B.C.Dalai editore);
- Il confessore di Cavour di Lorenzo Greco (Manni);
- Lo show della farfalla di Franco Matteucci (Newton Compton);
- Storia della mia gente di Edoardo Nesi (Bompiani);
- La città di Adamo di Giorgio Nisini (Fazi);
- Francesco è pronto (e sposerà Tina Turner) di Gerardo Pepe (Il Papavero);
- Aspetta primavera, Lucky di Flavio Santi (Socrates);
- A cosa servono gli amori infelici di Gilberto Severini (Playground);
- Emily e le altre di Gabriella Sica (Cooper);
- La calligrafia come arte della guerra di Andrea Tarabbia (Transeuropa);
- La vita accanto di Mariapia Veladiano (Einaudi);
- Mangia la zuppa, amore di Boris Virani (Il Foglio).

Fra le 19 opere candidate verrà scelta, venerdì 15 aprile, la rosa dei dodici libri concorrenti di questa edizione, in una riunione del Comitato direttivo del Premio.

Artemisia
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5379

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da Artemisia il Dom 17 Apr 2011, 11:13

Sono stati resi noti i nomi dei 12 finalisti candidati al Premio Strega 2011. Fra gli esclusi spiccano: Elliot e Newton Compton.
A luglio, sarà decretato il vincitore.


Questa la dichiarazione di Tullio De Mauro, presidente del Comitato direttivo del Premio Strega: “Dopo un intenso confronto, il Comitato si è trovato unanimemente d’accordo nel valorizzare quelle proposte che nel quadro di una qualità letteraria generalmente elevata possono rappresentare l’ampia varietà di stili e temi della narrativa italiana contemporanea“.

Questi i 12 titoli finalisti:

- Settanta acrilico trenta lana (e/o) di Viola Di Grado.
- L’energia del vuoto (Guanda) di Bruno Arpaia.
- Nina dei lupi (Marsilio) di Alessandro Bertante.
- Malabar (Guida) di Gino Battaglia.
- La scoperta del mondo (nottetempo) di Luciana Castellina.
- Ternitti (Mondadori) di Mario Desiati.
- La vita accanto (Einaudi) di Mariapia Veladiano.
- Nel mare ci sono i coccodrilli (B.C.Dalai editore) di Fabio Geda.
- Il confessore di Cavour (Manni) di Lorenzo Greco.
- Storia della mia gente (Bompiani) di Edoardo Nesi.
- La citta’ di Adamo (Fazi) di Giorgio Nisini.
- A cosa servono gli amori infelici (Playground) di Gilberto Severini.
Artemisia
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5379

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da Artemisia il Gio 07 Lug 2011, 23:51

Questa è la cinquina dei finalisti del premio Strega 2011

Storia della mia gente (Bompiani) di Edoardo Nesi con voti 60;
L'energia del vuoto (Guanda) di Bruno Arpaia con voti 49;
Ternitti (Mondadori) di Mario Desiati con voti 49;
La vita accanto (Einaudi) di Mariapia Veladiano con voti 49;
La scoperta del mondo (nottetempo) di Luciana Castellina con voti 45.


Questa sera verrà decretato il vincitore.

Il presidente del seggio è Antonio Pennacchi, il vincitore della scorsa edizione dello Strega con "Canale Mussolini".

Artemisia
Artemisia
Admin
Admin

Messaggi : 5379

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da Sall il Ven 08 Lug 2011, 00:37

Artemisia ha scritto:

Il presidente del seggio è Antonio Pennacchi, il vincitore della scorsa edizione dello Strega con "Canale Mussolini".

Ah be'...

Ah ecco, uscito il vincitore.
Ha vinto Storia della mia gente di Edoardo Nesi.

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da caspiterina il Ven 08 Lug 2011, 14:30


Perché vincono quasi sempre i maschi?
1)Perché le donne devono curare la casa e i bambini e i mariti (gli scrittori) e quindi hanno poco tempo per scrivere.
2)Perché gli uomini sono più bravi a scrivere.
3)Perché i maschi pagano per vincere.
4)Perché le donne scritrici non la danno abbastanza o la danno sì ma nel momento clou vengono tradite.
5)?
6)!
7)...



caspiterina
caspiterina
Admin
Admin

Messaggi : 4537

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da granchio il Ven 08 Lug 2011, 20:41

caspiterina ha scritto:
Perché vincono quasi sempre i maschi?
4)Perché le donne scritrici non la danno abbastanza

ecco, vedi perché succedono le incomprensioni cas, io per esempio al posto di una donna la darei a tutto spiano.

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da caspiterina il Sab 09 Lug 2011, 11:48

granchio ha scritto:
caspiterina ha scritto:
Perché vincono quasi sempre i maschi?
4)Perché le donne scritrici non la danno abbastanza

ecco, vedi perché succedono le incomprensioni cas, io per esempio al posto di una donna la darei a tutto spiano.

E' quello che dicono tutti i maschi! Razz
caspiterina
caspiterina
Admin
Admin

Messaggi : 4537

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da Sall il Sab 09 Lug 2011, 11:56

caspiterina ha scritto:
2)Perché gli uomini sono più bravi a scrivere.

Oppure perché le donne non sono portate: ci mettono troppi sentimenti, troppe emozioni, alla fine premono sempre sullo stesso tasto e se vogliono fare le "diverse" risultano "forzatamente diverse". Ogni tanto bisogna renderne una famosa altrimenti scendono in piazza e gridano cose senza senso.
Scherzi a parte, vuoi sapere la verità?
Questo non è un premio che fa per le donne. Un uomo alla fine ci ride sopra, una donna potrebbe offendersi.

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da granchio il Sab 09 Lug 2011, 13:15

Sall ha scritto:
caspiterina ha scritto:
2)Perché gli uomini sono più bravi a scrivere.

Oppure perché le donne non sono portate: ci mettono troppi sentimenti, troppe emozioni, alla fine premono sempre sullo stesso tasto e se vogliono fare le "diverse" risultano "forzatamente diverse". Ogni tanto bisogna renderne una famosa altrimenti scendono in piazza e gridano cose senza senso.
Scherzi a parte, vuoi sapere la verità?
Questo non è un premio che fa per le donne. Un uomo alla fine ci ride sopra, una donna potrebbe offendersi.

concordo con sall.
A proposito sall, sai che c'era un attore che si chiamava sal mineo, salvatore mineo perché era di origine italiana, che recitò nel film "gioventù bruciata" e che a mio avviso era più bravo di james dean? me l'hai fatto venire in mente per il nome.

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da granchio il Sab 09 Lug 2011, 13:17

Caspiterina ha scritto:
granchio ha scritto:ecco, vedi perché succedono le incomprensioni cas, io per esempio al posto di una donna la darei a tutto spiano.
E' quello che dicono tutti i maschi!

sai cosa penso cas? che tutti i maschi dovrebbero essere donne e viceversa, sarebbe un mondo meraviglioso. L'importante è che non debba stirare.


Ultima modifica di ale il Lun 11 Lug 2011, 08:51, modificato 2 volte (Motivo : i QUOTE!)

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da caspiterina il Sab 09 Lug 2011, 15:48

granchio ha scritto:
caspiterina ha scritto:
granchio ha scritto:ecco, vedi perché succedono le incomprensioni cas, io per esempio al posto di una donna la darei a tutto spiano.
E' quello che dicono tutti i maschi!

sai cosa penso cas? che tutti i maschi dovrebbero essere donne e viceversa, sarebbe un mondo meraviglioso. L'importante è che non debba stirare.

C'è però una cosa che non capisco: i maschi dicono che le donne dovrebbero lasciarla andare con più facilità, che la devono dare tanto poi loro la restituiscono, e via dicendo. Però quando riguarda le loro moglie e le loro figlie il discorso non è più valido. A parte che siamo tutte figlie di qualcuno, e tante moglie di qualcun'altro... Tu che sei padre e marito, mi spieghi come si fa a risolvere la questione?

caspiterina
caspiterina
Admin
Admin

Messaggi : 4537

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da ale il Lun 11 Lug 2011, 08:56

caspiterina ha scritto:
... Tu che sei padre e marito, mi spieghi come si fa a risolvere la questione?

Cas, la tua domanda è sbagliata. Se poni la domanda sbagliata, chiaramente non puoi avere le risposta giusta.
Ora ti faccio un esempio di domanda giusta:

"Granchio, uomo pieno di saggezza, tu che sei padre e marito, mi spieghi come si fa a risvoltare la questione?"


ecco, vedi, ora è possibile rispondere in libertà.

ale
ale
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1299
Località : spostata

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da caspiterina il Lun 11 Lug 2011, 20:06

ale ha scritto:
caspiterina ha scritto:
... Tu che sei padre e marito, mi spieghi come si fa a risolvere la questione?

Cas, la tua domanda è sbagliata. Se poni la domanda sbagliata, chiaramente non puoi avere le risposta giusta.
Ora ti faccio un esempio di domanda giusta:

"Granchio, uomo pieno di saggezza, tu che sei padre e marito, mi spieghi come si fa a risvoltare la questione?"


ecco, vedi, ora è possibile rispondere in libertà.


Grazie, Ale! Si vede che sai meglio come risvoltare Grank!... Vediamo ora come lui riescirà a cavarsela con la spiegazione. drunken




caspiterina
caspiterina
Admin
Admin

Messaggi : 4537

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da granchio il Mar 12 Lug 2011, 17:19

In quanto padre di due maschi non mi sono fatto un’opinione precisa ma penso facciano bene a darlo.

In quanto alle sorelle, in termini generali credo facciano bene a darla, nel particolare non lo so perché sono figlio unico.

In quanto figlio, mia madre ha ottantadue anni ed è vedova da 25, se la da fa bene, il problema è prenderla.

In quanto marito, mia moglie la da raramente a me figuriamoci ad altri.

_________________
Bisogna vivere bene da vivi perché da morti non si sa.

granchio da Philosopharum crostacei
granchio
granchio
Admin
Admin

Messaggi : 3004
Località : sardegna

Torna in alto Andare in basso

2011: Fuga dallo Strega Empty Re: 2011: Fuga dallo Strega

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.