Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

NIENTE E' PIU' FEROCE DELLA BANALISSIMA TELEVISIONE

Andare in basso

NIENTE E' PIU' FEROCE DELLA BANALISSIMA TELEVISIONE Empty NIENTE E' PIU' FEROCE DELLA BANALISSIMA TELEVISIONE

Messaggio Da Anna Sugar il Mer 14 Dic 2011, 20:01

Nel mitico giugno del 1968, giusto trentacinque anni fa, Pierpaolo Pasolini scrisse una poesia e la scagliò contro gli studenti in rivolta e a difesa dei poliziotti. Suscitò un enorme scandalo. Si era appena concluso il maggio francese, nel corso del quale la polizia aveva picchiato in modo feroce, ed erano in corso le lotte degli studenti in tutto il mondo: dai college della California, alle università italiane e tedesche, a quelle di Praga e di altri paesi comunisti, fino alla Spagna e alla Grecia che erano paesi fascisti. Pasolini era un intellettuale comunista. Si tirò addosso l'ira del movimento studentesco e la condanna dei partiti di sinistra.







A voi, se garba, commenti e/o considerazioni
Anna Sugar
Anna Sugar
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 211
Località : Taranto

http://annaesugar.blogspot.it/

Torna in alto Andare in basso

NIENTE E' PIU' FEROCE DELLA BANALISSIMA TELEVISIONE Empty Re: NIENTE E' PIU' FEROCE DELLA BANALISSIMA TELEVISIONE

Messaggio Da Writer il Gio 12 Apr 2012, 12:43

Semplicemente un grande.

Writer
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 144
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.