What's going on? Eventi, mostre and more..

Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Gio 16 Set 2010, 13:27

Murakami, re di Versailles


What's going on? Eventi, mostre and more.. Takashimurakamixchateau



Arte kitsch al castello di Versailles. È la seconda volta: dopo la personale di Jeff Koons, che ha suscitato tanto scandalo, il direttore Jean-Jeacqus Aillagon insiste. E propone – con il curatore Laurent Le Bon – le fantasmagorie ludiche e futuribili di Takashi Murakami (1963), geniale continuatore giapponese dello spirito pop.

Non è la prima volta che l'arte contemporanea entra nell'antico palazzo, ma gli interventi precedenti avevano avuto un carattere di commento all'architettura di Le Notre che insieme ne rispettava la classicità e ne sottolineava l'intento di generare meraviglia: si pensi al trucco prospettico e visivo grazie a cui Daniel Buren aveva fatto percepire lo specchio d'acqua antistante alla reggia come una superficie obliqua. Con Koons e Murakami, invece, si sommano due eccessi, cioè l'estetica del Re Sole e quella del tardo impero occidentale in cui ci troviamo a vivere.

Assolutismo nascente e capitalismo avanzato mettono insieme i loro giochi di luce, entrambi tesi ad abbagliare. Versailles era nata per rinchiudervi una corte che non doveva disturbare il potere assoluto, dove le donne erano costrette a esibire scollature abissali di fronte a brocche in cui gelava l'acqua; le opere che vi arrivano oggi sono riletture sintetiche del mondo della vetrina, in cui il desiderio di essere notati per soldi, gambe o politica è tale che si è disposti a pagarlo con un ictus precoce.

In teoria non c'è troppa contraddizione, quindi, tra le opere supervisibili di questi artisti e il contenitore che le ospita. Anche se è chiaro che il motivo che spinge a creare queste occasioni espositive non è tanto culturale, quanto rivolto al pubblico: più scandalo genera il contrasto apparente tra luogo e mostra, più saranno i biglietti staccati. Si potrebbe pensare che Versailles non abbia bisogno di un surplus di attenzione, ma il suo gusto raffinato oggi risulta di fatto stucchevole a chi non sia appassionato di storia o di architettura. Anche i siti più belli hanno bisogno di risvegliare l'attenzione e lo fanno come possono, spesso chiamando in causa un'arte contemporanea che oggi, diversamente che in anni severi come i Settanta, è disposta a fare la parte del prezzemolo.

[articolo completo su http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2010-09-13/murakami-versailles-141503.shtml?uuid=AYZjkYPC ]


Ultima modifica di Ratsy il Sab 25 Set 2010, 14:17, modificato 2 volte
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Ven 17 Set 2010, 10:06


Jimi, 40 anni dopo

What's going on? Eventi, mostre and more.. Hendrixjimiphotojimihen


In anteprima, sabato 18 Settembre 2010 a Seattle verrà presentato un documentario di 90 minuti dal titolo “Jimi Hendrix: Voodo Child” sul celebre chitarrista Jimi Hendrix a 40 anni dalla sua scomparsa: un viaggio autobiografico con parole del leggendario musicista per raccontare la storia della sua vita straordinaria . Attingendo ad interviste concesse da Hendrix, unite a lettere, scritti e registrazioni, “Voodoo Child di Jimi Hendrix“, promettono gli ideatori, farà nuova luce su una delle icone più durature del rock. Lo speciale sarà arricchito da fotografie inedite e filmati tratti dall’archivio della famiglia Hendrix.
A Milano la Galleria Photology celebra Hendrix con una mostra fotografica ( 15settembre-19novembre 2010): autori quattro fotoreporter che hanno indagato il mito, fra la tormentata vita privata e la consacrazione pubblica.E le iniziative per commemorare l’uomo che ha cambiato la storia del rock si moltiplicano.
[http://www.melodicamente.com/2010/09/jimi-hendrix-a-40-anni-dalla-morte/ ]

Mostre, installazioni, riedizioni, omaggi, da Londra a Milano, con un unico soggetto: Jimi Hendrix con la sua chitarra-protesi, preferibilmente Fender Stratocaster, da quando ha potuto permettersela. Si parla di «rinascita del rock», di questi tempi, ma non è ansia di revival quella che anima le celebrazioni del quarantennale della morte (18 settembre 1970) del ragazzo di Seattle che dissotterrava le radici del blues per farle ricrescere in forme sempre diverse, alludendo a uno sviluppo in progress inesauribile, frutto di successivi innesti e contaminazioni. È che in realtà Jimi non se n'è mai andato davvero. Ha continuato ad aleggiare in un universo musicale in cui è passato come un'incandescente e fragorosa meteora indicando un passaggio verso l'"universalità", troppo in fretta, però, perché qualcuno riuscisse a inserirsi nella scia. «So dove sto andando, ma non so come fare per arrivarci», dichiarava, poco più che ventenne, in uno dei brani del suo primo album. Ma intanto andava. Per 571 pagine Harry Shapiro e Caesar Glebeek l'hanno seguito passo dopo passo, dai primi tentennamenti alla folle corsa degli ultimi quattro anni vissuti forsennatamente, per rimanere a loro volta inghiottiti in «Una foschia rosso porpora», calzante sottotitolo della più voluminosa biografia di Jimi Hendrix, riveduta e rieditata (Arcana) in occasione di questo anniversario. Lati imperscrutabili nella personalità di quello che è sempre al primo posto nelle classifiche dei più grandi chitarristi elettrici di tutti i tempi, sgusciante da ogni classificazione. Episodi non del tutto chiariti nella sua vita e ricostruzioni confuse anche attorno alla sua morte, che hanno dato adito a diverse ipotesi più o meno fantasiose. L'unica cosa certa, a proposito dell'epilogo, è che Jimi aveva più di una volta dichiarato che non sarebbe arrivato a 28 anni ed è stato di parola.
Curiosamente, nella gran mole di documentazione raccolta da Shapiro e Glebeek non c'è accenno ai dossier che l'Fbi raccoglieva su quello che definivano «il ben noto intrattenitore Negro», sospettato d'essere in combutta con le Pantere Nere. Documenti diventati oggi accessibili, ai quali ha attinto Mimmo Franzinelli, che nel recente Rock & Servizi segreti (Bollati Boringhieri) dedica a Hendrix un capitolo. E a cui non manca di riferirsi Enzo Gentile, autore dell'appena uscito Jimi Santo Subito (Shake Edizioni). Non è un dettaglio che stimola solo vacua dietrologia. Tutte le testimonianze concordano nel descrivere un Jimi sospettoso fino alla paranoia negli ultimi tempi. E certo sentirsi gli sguardi dei segugi di Hoover fissi addosso non poteva aiutarlo a ritrovare serenità.
Ma anche questo fa parte della leggenda, ovvero la storia di un ragazzo di colore con una dose di sangue Cherokee che amava B. B. King, Muddy Waters e che rimase folgorato da Bob Dylan. Che col nome d'arte di Jimmy James vagabondava di luogo in luogo e di band in band senza accasarsi mai. Che distorceva i suoni della sua chitarra come nessuno aveva mai fatto fino ad allora e che pochi erano in grado di apprezzare pienamente. Non negli Stati Uniti, almeno, neanche a New York dov'era finito per approdare. Dunque ci volle l'intuizione di un inglese, Chas Chandler, bassista degli Animals, per toglierlo da un destino da dropout, portarlo a Londra e da lì proiettarlo tra le stelle. Succede tutto in pochi mesi, tra il '66 e il '67. «Gli amici e i colleghi musicisti – raccontano Shapiro e Glebeek – ricordano una sola cosa, cioè che un momento Jimmy vagava per il Village in cerca di ingaggi e un momento dopo non c'era più. Quando lo rividero, era Jimi Hendrix». E bruciava la chitarra sul palco del Monterey Festival, mandando in fumo anche le performance di tutti gli altri partecipanti.
La leggenda dice che Eric Clapton, che per Jimi era un mito, vedendolo suonare per la prima volta abbia esclamato: «Se io sono dio, lui chi è?»
[http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2010-09-17/jimi-leggenda-multinazionale-080319.shtml?uuid=AYgiueQC]


Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Mer 22 Set 2010, 09:17

Salvador Dalí - Il sogno si avvicina

Milano, Palazzo Reale
22 settembre 2010 – 30 gennaio 2011

What's going on? Eventi, mostre and more.. Dalih


Torna a Milano dopo 50 anni il genio di Salvador Dalí: a Palazzo Reale una mostra che indaga sul rapporto del grande artista spagnolo con il paesaggio, il sogno e il desiderio.
L’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano presenta a Palazzo Reale, dal 22 settembre 2010 al 30 gennaio 2011, “Salvador Dalí. Il sogno si avvicina” a cura di Vincenzo Trione.

L’esposizione è resa possibile grazie alla straordinaria collaborazione della Fondazione Gala-Salvador Dalí di
Figueras e si avvarrà di importanti prestiti provenienti da musei nazionali e internazionali quali la
Fondazione stessa, il Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia di Madrid, il Dalí Museum di St.
Petersburg in Florida, il Boijmans Museum di Rotterdam, l’Animation Research Library dei Walt
Disney Animation Studios di Burbank in California, la Peggy Guggenheim Collection di Venezia, il Mart di Rovereto e i Musei Vaticani.

La mostra presenta oltre 50 opere di Salvador Dalí, che indagano in modo approfondito il rapporto tra pittura e paesaggio.
L’artista spagnolo ritorna così a Milano dopo la mostra personale che si svolse nell’ottobre del
1954 a Palazzo Reale, nella Sala delle Cariatidi. La stessa Sala delle Cariatidi da cui trasse
ispirazione per la sede della sua casa di Figueras, oggi sede della Fondazione Gala-Salvador Dalí.
“Abbiamo di nuovo bisogno di Dalí per evadere da una condizione spesso noiosa, prevedibile. E
questa esposizione ci serve proprio per fare una breccia nel conformismo culturale e trasmettere
così tutto il potere della creatività.
– spiega l’assessore alla Cultura del Comune di Milano
Massimiliano Finazzer Flory - Perché il sogno è dentro di noi ed è una delle forme della realtà e del
desiderio che l’arte racconta e attraverso le quali l’arte si racconta. Dalí a Milano è la cifra della
creatività al potere o meglio del potere della creatività. Una relazione imperdibile”.
Per la prima volta la sala di Mae West verrà realizzata all’interno del percorso espositivo così come
fu ideata dallo stesso Dalí: una sorprendente installazione contemporanea.

Nel percorso della mostra sarà fruibile il cortometraggio Destino di Salvador Dalì e Walt Disney,
mai proiettato prima in Italia: Dalí lavorò al fianco di Disney tra il 1945 e il 1946 ma il film fu
completato solo nel 2003 grazie ai disegni originali conservati dall’Animation Research Library dei
Walt Disney Animation Studios di Burbank in California, alcuni dei quali saranno eccezionalmente
esposti grazie alla collaborazione con The Walt Disney Company.

info: http://www.mostradali.it/home.php
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Ven 24 Set 2010, 13:16

What's going on? Eventi, mostre and more.. Locandinamartedinarte

Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Ven 24 Set 2010, 17:02

Editoria, a Francoforte la battaglia dei “piccoli” vs legge sul libro

What's going on? Eventi, mostre and more.. Frankfurtbuchmess


Sarà la Fiera di Francoforte, in programma dal 6 al 10 ottobre, a ospitare l’ultima battaglia dei “Mulini a vento” contro la proposta di legge Levi sul prezzo del libro. È in quella sede che i sei editori indipendenti (Instar libri, Iperborea, Marcos y Marcos, Minimum fax, Nottetempo, Voland), che dallo scorso anno si sono riuniti per contrastare il provvedimento, porteranno fuori dai confini nazionali le critiche al testo all’esame del Parlamento. Un’occasione, l’appuntamento tedesco, per una discussione coi “colleghi” europei, sulla base delle normative vigenti all’estero. La proposta di legge Levi, attualmente in discussione al Senato dopo una prima approvazione a luglio della Camera, prevede un vincolo di sconto pari al 15 per cento (mediazione fra il cinque per cento chiesto dai “piccoli” e il 20 chiesto dai “grandi”), senza però prevedere alcuna limitazione alle campagne promozionali, che saranno possibili undici mesi l’anno (a esclusione di dicembre) e a patto che non superino 30 giorni di durata. Una previsione, quest’ultima, che di fatto smentirebbe l’esistenza di un tetto di sconto, secondo i “Mulini”, che nel corso del tempo hanno raccolto le adesioni di oltre 200 piccoli e medi editori del panorama nazionale.

Il modello è quello in voga in Olanda, Francia e nella stessa Germania, dove lo sconto è più basso e le esigenze dei piccoli sono tenute in maggiore considerazione. “Chiediamo che la percentuale applicabile sia più bassa e che le campagne non costituiscano un abuso ma un’extra una tantum - spiega al VELINO Alessandro Grazioli, di Minimum fax -. Si tratta di un favore alle grandi case e alle grandi catene di distribuzione, le uniche che riuscirebbero a sopportare questo tipo di condizioni. Tanto più che la convenienza è apparente, perché il danno è sul lungo periodo: a fronte di pochi centesimi di risparmio nell’immediato, si rischia che librerie e intere case editrici siano costrette a chiudere i battenti nel giro di qualche anno”.

(from http://www.ilvelino.it/articolo.php?Id=1203879&t=Editoria_a_Francoforte_la_battaglia_dei_%93piccoli%94_vs_legge_sul_libro)
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Sab 25 Set 2010, 14:24

iBiennale, per scoprire su iPad la 12. Mostra Internazionale di Architettura

What's going on? Eventi, mostre and more.. Ipadnews


La 12. Mostra Internazionale di Architettura dal titolo People meet in Architecture, diretta da Kazuyo Sejima e organizzata dalla Biennale di Venezia presieduta da Paolo Baratta, si apre sotto il segno dell’innovazione e della sorpresa e consegna ai suoi visitatori uno strumento di esplorazione e conoscenza del tutto nuovo.
È disponibile su AppleStore infatti, iBiennale, la prima applicazione iPad dedicata alla Biennale, realizzata in partnership con Marsilio Editori e Log607.
iBiennale inaugura un modo completamente nuovo di fruire dei contenuti relativi alla Mostra. Tutti i testi e le immagini presenti nel catalogo dell’edizione 2010, insieme ad altri contenuti esclusivi, possono essere esplorati dinamicamente, in una navigazione fluida e semplice che estende le possibilità di collegamento e esalta i dettagli più interessanti. L’utente può accedere alle informazioni su opere e artisti rintracciando legami multidimensionali: la navigazione per nomi, quella per luoghi o quella per categorie di temi e concetti permettono di stratificare le informazioni e acquisirle in modo più personale. Si potranno così individuare le relazioni tra opere legate al tema del paesaggio oppure considerare le corrispondenze tra artisti che provengono dallo stesso contesto.

In una prospettiva emozionale l’utente è portato ad esplorare da vicino le installazioni: virtual view e rotazioni di immagini a 360° consentono un rapporto ravvicinato e coinvolgente con le istallazioni esposte. E ancor prima di arrivare a Venezia, l’utente di iBiennale può scegliere il proprio percorso di visita nelle sedi di Mostra all’Arsenale e ai Giardini, in città e fuori città. Selezionando le opere che preferisce e appuntando le proprie considerazioni, può vivere un’esperienza unica che ha costruito personalmente e che tiene conto delle sue esigenze. iBiennale è la prima applicazione dedicata alla Biennale di Venezia: il primo passo verso un processo di innovazione e digitalizzazione che valorizza i contenuti artistici e multimediali e ne aumenta le potenzialità di fruizione. Qualcosa in più di quel che ti permette un collegamento Internet da un computer portatile, e decisamente più efficiente di un net-book: è iBiennale, la prima applicazione iPad per la Biennale.

(http://www.labiennale.org/it/architettura/news/iBiennale.html)
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Mar 05 Ott 2010, 19:29

Primi libri italiani a pagamento sull'iPad (ma si possono comprare solo in dollari)

What's going on? Eventi, mostre and more.. Ipadibook258

I primi cinque libri digitali di autori contemporanei italiani sono finalmente sbarcati sugli iBookstore Apple, grazie ai piccoli editori indipendenti. Nei vari negozi virtuali in Europa, Stati Uniti, Canada e Australia ora non si troveranno più solo gli eBook gratuiti del progetto Gutenberg, che racchiude le pubblicazioni scritte da più di 70 anni con diritti scaduti, ma anche nuovi testi che si potranno acquistare, scaricare e leggere sull'i Pad. Il dispositivo lanciato la scorsa primavera dalla Apple che, secondo le stime degli analisti, potrebbe arrivare entro fine anno a 12 milioni esemplari venduti.

A offrire il nuovo servizio è una società pisana, la goWare, una start-up del Polo Tecnologico di Navacchio (Cascina-Pisa), attiva nel settore delle applicazioni per iPhone/iPod touch/ iPad e nell'editoria digitale, che per la pubblicazione dei primi testi ha stretto un accordo con la casa editrice Leone Verde Edizioni di Torino, diretta da Anita Molino, presidente della Federazione italiana degli editori indipendenti (Fidare).

Alla goWare sono fan di vecchia data di Apple. La società, infatti, è una software house che è partita sviluppando applicazioni per iPhone, con un occhio di riguardo per l'editoria. Una peculiarità, quest'ultima, dovuta al fatto di essere nata come spin-off della Tesis, società di servizi informatici per l'editoria, nonché agenzia letteraria. Quest'anno il lancio dell'iPad ha aperto nuovi orizzonti per l'editoria online. Come è già successo con iTunes, sempre della Apple, il canale attraverso il quale passa ormai il 70% della musica online.

«L'idea forte che ci ha spinto all'inizio era di utilizzare il nuovo dispositivo lanciato dalla Apple per dare visibilità ad autori emergenti, che non riescono a transitare sui canali tradizionali. Durante il percorso siamo entrati in contatto con la Fidare ed è nato l'accordo con gli editori indipendenti. Ma il nostro progetto di promozione dei singoli autori comunque va avanti ugualmente» - spiega Mirella Francalanci, amministratore delegato di goWare.

I primi cinque titoli italiani sono scaricabili dagli iBookstore Apple al prezzo medio di 6,99 dollari. Si tratta di «I segreti della tavola di Montalbano. Le ricette di Andrea Camilleri» di Stefania Campo.«Il banchetto del Gattopardo. A tavola con l'aristocrazia siciliana» di Elena Carcano. «Manhattan a tavola: delicatessen, bistrot, trattorie, take away e nevrosi. Le ricette dai film di Woody Allen» di Luca Glebb Miroglio. «Sono qui con te. L'arte del maternage» di Elena Balsamo. «Facciamo la nanna. Quel che conviene sapere sui metodi per far dormire il vostro bambino» di Grazia Hinegger Fresco.

(Articolo completo su http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2010-10-04/primi-libri-italiani-pagamento-111234.shtml?uuid=AYq1EaWC )



Ultima modifica di Ratsy il Lun 11 Ott 2010, 22:14, modificato 1 volta
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Mer 06 Ott 2010, 16:35

L'esordiente Lorenza Ghinelli conquista la Fiera di Francoforte

What's going on? Eventi, mostre and more.. Divoratore


Uscirà in Italia il 20 gennaio 2011, ma "Il divoratore", romanzo d'esordio di Lorenza Ghinelli, classe '81, ha subito conquistato gli addetti ai lavori alla Fiera del Libro di Francoforte. La Newton Compton ci tiene a far saper che "dopo appena due ore dalla presentazione del romanzo agli editori, sono state già chiuse importanti trattative". Numerose, infatti, "le offerte che stanno arrivando per l'acquisto dei diritti esteri del libro". La casa editrice romana ha già chiuso l'accordo con il gruppo editoriale Suma de letras, per la Spagna e l'America Latina. E' stata chiusa anche la trattativa per il Brasile, con l'editore Objetiva del gruppo Santillana. Per la Francia e la Germania si andrà all'asta. E c'è molto interesse anche in Inghilterra...

LA TRAMA - Pietro è un bambino autistico. Non riesce a comunicare con il mondo esterno, ma nei suoi disegni rappresenta tutto quello che vede, in ogni dettaglio... Un giorno un gruppo di ragazzi del quartiere lo prende di mira e si accanisce violentemente contro di lui. Lo fa assistere a una scena di masturbazione, lo insulta, lo deride, gli sputa addosso. Quella stessa sera un ragazzo del gruppo scompare sulle rive del fiume. Di lui si perde ogni traccia, e poi, qualche giorno dopo, scompaiono altri due ragazzi, anche il fratello di Pietro, mentre è in sua compagnia. Quando Alice, l’insegnante di Pietro, gli chiede di disegnare quello che è accaduto, nota un particolare inquietante: nel disegno c’è anche un vecchio seduto su una panchina, vestito di nero, con le scarpe bianche e un bastone. Alice conosce bene quel vecchio. È l’uomo degli incubi della sua infanzia. L’uomo dei Sogni.

L'AUTRICE - Lorenza Ghinelli, classe 1981, iplomata in grafica pubblicitaria e fotografia, in web design e in montaggio digitale, si è laureata in Scienze della Formazione e ha conseguito un Master in Tecniche della Narrazione presso la Scuola Holden di Torino. Ha pubblicato racconti brevi, alcuni dei quali per «Il Foglio Letterario». Ha scritto e sceneggiato FRANCIS DEGLI SPECCHI, un esperimento a cavallo fra romanzo e fumetto disegnato da Mabel Morri. Ha appena pubblicato J.A.S.T (JUST ANOTHER SPY TALE), un romanzo corale scritto con Simone Sarasso e Daniele Rudoni. Autrice di poesie, opere teatrali e cortometraggi, attualmente vive a Roma, dove lavora come editor e sceneggiatrice per la Taodue.

VALERIO EVANGELISTI HA SCRITTO - “Lorenza Ghinelli è l’ulteriore esempio di un miracolo ricorrente. Lingua perfetta, lontanissima dai luoghi comuni dei generi noir e horror, cui pure si apparenta. Efficacia stilistica totale, con frasi talora elaborate che nulla tolgono alla scorrevolezza del testo e al fluire della trama. Un crescere della suspense ottenuta evitando mezzucci ed espedienti di seconda mano. La storia inizia con giochi più o meno innocenti di ragazzini, e così finirà. Arbitro e conduttore di schermaglie è un personaggio che ha sembianze di vecchio. Forse non lo è. Detto l’Uomo dei Sogni, perché la sua dimensione è onirica, tanto da renderlo capace di vivere dentro un dipinto. Colpisce la credibilità dei personaggi. Mica facile fare emergere la psicologia di un ragazzino, anche se esserlo stati è ovviamente esperienza comune. Sono cose che si scordano, e un numero incalcolabile di autori naufraga su questo scoglio. Lorenza Ghinelli no, tutti i suoi protagonisti minorenni pensano e agiscono con smagliante naturalezza. Anche i dialoghi scorrono sciolti, convincenti, alternati a notazioni sempre felici che denotano cultura. Ecco, è appunto una scrittura colta, quella dell’autrice. Di norma, un romanzo horror/thriller scorre con linguaggio piano, in attesa dell’effetto (o dell’effettaccio) speciale, su cui tutto il resto è costruito. Tante volte, la pagina senza eventi rischia la banalità. Tutto diverso il caso di questo libro. Lorenza Ghinelli riesce a fare apparire lineare ciò che è complesso, a farci “scivolare” su frasi in cui ogni parola è in realtà studiata. Come nei film di Hitchcock, ci si trova immersi in girandole di virtuosismo senza che nemmeno ce ne accorgiamo, e senza che ciò leda il dipanarsi della storia e la felicità della lettura".

(fonte: http://www.affaritaliani.it/culturaspettacoli/l_esordiente_lorenza_ghinelli_francoforte061010.html)
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Lun 11 Ott 2010, 11:47

In anteprima una pagina del nuovo romanzo di Mario Vargas Llosa, Nobel 2010 per la letteratura.

What's going on? Eventi, mostre and more.. Mariovargasllosa

Uscirà il prossimo 3 novembre il nuovo romanzo di Mario Vargas Llosa, il 74enne scrittore peruviano insignito ieri del Premio Nobel per la letteratura. L'editore spagnolo che lo pubblicherà Alfaguara partirà con una tiratura adeguata: 500 mila copie. Il titolo è El sueno del celta e racconta, in modo romanzesco, le avventure di una figura storica realmente esistita.

Si tratta di Roger Casament, irlandese, eroe e villano, traditore e libertario, una figura molteplice attraverso la quale lo scrittore peruviano scopre tutte le facce dei sentimenti umani. L'avventura inizia nel Congo belga, nel 1903, e termina in un carcere di Londra, nel 1916. Casament fu uno dei primi europei a denunciare lo sfruttamento colonialista degli europei in Africa e Amazzonia. Tornato in patria, da diplomatico britannico si tramuterà in patriota irredentista irlandese, finendo i suoi giorni nelle carceri di sua maestà.
In Italia il romanzo, oggi in traduzione, uscirà per i tipi di Einaudi nel prossimo marzo.

Ecco in anteprima la pagina del prossimo romanzo di Mario Vargas Llosa.

Partì da Matadi il 5 giugno 1903, sulla ferrovia costruita da Stanley e a cui lui stesso aveva lavorato da giovane. Durante i due giorni di viaggio richiesti dal lento percorso fino a Leopoldville continuò a pensare, in maniera ossessiva, a una prodezza sportiva dei suoi anni giovanili: era stato il primo bianco a nuotare nel fiume più grande della rotta delle carovane tra Manyanga e Stanley Pool: lo Nkissi. Lo aveva già fatto, con totale incoscienza, in fiumi più piccoli del Basso e Medio Congo, il Kwilo, il Lukungu, il Mpozo e il Lunzadi, dove c'erano anche coccodrilli, e non gli era successo niente. Ma lo Nkissi era più grande e tumultuoso, era largo quasi cento metri ed era pieno di vortici a causa della vicinanza della grande cascata. Gli indigeni lo avevano avvisato che era un'imprudenza, avrebbe potuto essere trascinato via e scagliato contro le pietre. In effetti, dopo poche bracciate, Roger si sentì tirare per le gambe e fu risucchiato verso il centro delle acque da correnti incrociate da cui, malgrado il suo dibattersi e le energiche bracciate, non riusciva a liberarsi. Quando ormai gli mancavano le forze – aveva ingoiato diverse boccate d'acqua – ce la fece ad avvicinarsi alla riva lasciandosi trascinare da un'onda. Lì si aggrappò a una roccia, come poté. Quando ci si fu arrampicato sopra era pieno di graffi. Il cuore gli usciva dalla bocca.



(http://www.ilsole24ore.com/art/cultura/2010-10-07/nuovo-romanzo-arrivo-190552.shtml?uuid=AYWXckXC)


Ultima modifica di Ratsy il Lun 11 Ott 2010, 22:15, modificato 1 volta
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Ratsy il Lun 11 Ott 2010, 22:14

What's going on? Eventi, mostre and more.. Marchiogems

E-book, Gems è il primo gruppo a pubblicare esordienti 'scoperti' sul web

Quest'anno alla Fiera di Francoforte si parla (non senza polemiche a distanza) quasi esclusivamente di e-book. Nella grande editoria italiana, è guerra a distanza tra il gruppo Mondadori (che ha appena annunciato l'accordo con Telecom Italia, facendo arrabbiare Rcs libri, Gems e Feltrinelli, interessatissimi - già da mesi - a firmare un accordo simile), e il trio Gems-Rcs-Feltrinelli (Edigita).

In questo contesto, Gems ricorda che saranno online già dal prossimo 18 ottobre i primi titoli del gruppo, che diventeranno 500 entro fine mese e 700 entro Natale. Gems venderà le sue novità in versione e-book direttamente attraverso il sito www.illibraio.it e attraverso i principali siti di vendita online di libri.

Tra i primi autori di best-seller che Gems distribuirà con Edigita: Altan, Gianni Biondillo, Donato Carrisi, Glenn Cooper, Roald Dahl, Claudia de Lillo, Wulf Dorn, Catherine Dunne, Ildefonso Falcones, Massimo Fini, Sigmund Freud, Giulio Giorello, Peter Gomez, Massimo Gramellini, Laurell K. Hamilton, Nick Hornby, Paola Mastrocola, Gianluigi Nuzzi, James Patterson, Philip Pullman, James Rollins, Arundhati Roy, Luis Sepúlveda, Frank Schätzing, Wilbur Smith, Lemony Snicket, Tiziano Terzani, Marco Travaglio, Andrea Vitali, Irvine Welsh. Significativo sarà il numero di eBook di James Patterson che, oltre ad essere l’autore più venduto al mondo su carta ha già anche il record di download della versione eBook negli USA.

Per la prima volta un gruppo editoriale, Gems appunto, metterà in vendita gli inediti provenienti dalla rete: entro Natale saranno in vendita i romanzi vincitori del grande Torneo letterario online “Io Scrittore” lanciato da GeMS sul sito http://ioscrittore.illibraio.it/ scelti tra i 1.500 inediti inviati e selezionati attraverso 20.000 letture di forti lettori.

(from:http: http://www.affaritaliani.it/culturaspettacoli/e_book_gems_primo_gruppo_a_pubblicare_esordienti071010.html)


What's going on? Eventi, mostre and more.. Ioscrittore


Gems "riscopre" (involontariamente) un ex finalista allo Strega e star tv...
pubblicato su Affaritaliani.it il 12 settembre

IL TORNEO LETTERARIO "IO SCRITTORE"
Tra i 30 finalisti del concorso promosso dal gruppo Gems ("Abbiamo investito circa 100mila euro", spiega Stefano Mauri), in cui gli autori anonimamente si sono giudicati a vicenda, c'è anche Bruno Modugno, classe ’33, in cinquina allo Strega nel 1977 con il suo romanzo d’esordio “Re di Macchia” e soprattutto conduttore nella Rai anni '60 del programma cult "Avventura", famoso per la sua sigla. Sarà proprio lui a regalare finalmente il Premio Strega a Gems, dopo che anche quest’anno il terzo gruppo editoriale italiano si è dovuto arrendere alla concorrenza apparentemente imbattibile della Mondadori? Nel frattempo, i libri vincitori saranno pubblicati in e-book e i più meritevoli in versione cartacea... I PARTICOLARI

di Antonio Prudenzano

“Il Gruppo Gems ha investito circa 100mila euro per la prima edizione del torneo letterario ‘Io scrittore’, non è affatto poco. L’obiettivo principale è trovare nuovi autori di qualità attraverso il web…”. All’affollata premiazione delle trenta opere vincitrici, andata in scena al Festivaletteratura di Mantova sabato 11 settembre, un sorridente Stefano Mauri mette subito le cose in chiaro e conferma l’impegno del suo gruppo editoriale verso un premio unico nel suo genere, in cui gli autori (anonimamente) si sono giudicati a vicenda con “spietata” obiettività (basta dare un’occhiata alle paginate di commenti sul sito ufficiale del premio per rendersi conto di quanto i partecipanti hanno preso sul serio l’iniziativa). A Mantova, come detto, sono stati annunciati i titoli delle opere vincitrici e gli aspiranti scrittori hanno potuto liberarsi dall’anonimato. In più, sono stati proclamati i dieci migliori lettori (qui particolari e classifiche). A questo punto le trenta opere vincitrici verranno valutate (e migliorate) dagli editor del gruppo Gems in vista della pubblicazione in formato e-book. Inoltre, l’opera migliore (a giudicare sarà una giuria composta da membri del Gruppo Mauri Spagnol), e quelle ritenute di grande interesse (secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it ce ne sarebbe più di qualcuna…) saranno pubblicate anche in versione cartacea nel corso del 2011.

TRA I 30 VINCITORI ANCHE UN PERSONAGGIO “CULT” - Tra i trenta vincitori c’è anche uno scrittore, regista, sceneggiatore e personaggio televisivo molto noto (almeno fino a qualche anno fa), che ha scelto di ripartire da zero e farsi valutare da aspiranti scrittori protetto dall’anonimato. Naturalmente i più sorpresi sono proprio editori ed editor di Gems, che non ne sapevano nulla. Si tratta di Bruno Modugno, romano classe ’33, in cinquina allo Strega nel 1977 con il suo romanzo d’esordio “Re di Macchia” (poi diventato un film), e autore di numerosi libri di narrativa, saggistica e poesia. Ma Modugno (tra i massimi esperti italiani di caccia) è stato soprattutto autore e conduttore tv amato dal grande pubblico: in tanti ricorderanno una celebre trasmissione della Rai degli anni ’60, “Avventura”, la cui sigla d’apertura era “She came in through the bathroom window” cantata da Joe Cocker e firmata dalla supercoppia Lennon-McCartney, mentre quella di chiusura era un brano dei Procol Harum, “Salty Dog”, che partiva con il rumore del mare e i versi dei gabbiani. Ma Bruno Modugno, involontariamente riscoperto come scrittori da Mauri e soci grazie a “Io Scrittore”, durante gli anni di Piombo è stato pure il conduttore del Tg1 delle 13.30. Ormai da qualche anno fuori dai grandi giri dell’editoria (mentre nel mondo dello televisione è ancora una figura molto attiva), Modugno sabato a Mantova era tra i più emozionati. Chissà che ora non cominci una nuova vita editoriale per l’ex conduttore di “Avventura”. E chissà se sarà proprio lui a regalare (e a regalarsi, dopo l’ottimo piazzamento del ’77) finalmente il Premio Strega a Gems, dopo che anche quest’anno Mauri e soci si sono dovuti arrendere (non senza polemiche, leggi qui, ndr) alla concorrenza apparentemente imbattibile della Mondadori… Allora sì che l’ investimento di 100mila euro per il torneo letterario sarà stato davvero fruttuoso.



(from:http: http://www.affaritaliani.it/culturaspettacoli/e_book_gems_primo_gruppo_a_pubblicare_esordienti071010.html)





Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

What's going on? Eventi, mostre and more.. Empty Re: What's going on? Eventi, mostre and more..

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum