Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Attivismo politico negli anni di piombo e non

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Ven 03 Set 2010, 11:06

tormento ha scritto:.Ora, se si puo' accettare e discutere e confrontarsi su qualsiasi argomento senza prendere decisioni drastiche e puerili come quella di ale, a me piacerebbe molto. Mi pare di aver capito che quela ha avuto modo, ad esempio, di parlare con giusva, mi piacerebbe che lei condividesse con noi le sue esperienze a riguardo. E' un modo di crescere!
Beh, come ho detto, il mio incontro con Giusva è avvenuto in un momento (metà anni 70) in cui lui non si era ancora esposto più di tanto nel campo dell'attivismo politico. Avevamo un amico comune con cui ero molto legata, loro erano iscritti tutti e due nella sezione MSI di Monteverde e all'epoca si limitavano (credo) a distribuire volantini e fare scritte sul muro con bombolette spray.
Ci siamo incontrati ad una festa ed ho anche ballato con lui, approfittando dell'occasione per farmi raccontare i suoi trascorsi nello spettacolo. Lui era fresco reduce dal film "Grazie nonna" con la Fenech. Mi ha parlato dei suoi ricordi della serie "La famiglia Benevnuti" con Enrico Maria Salerno ed ha sparato a zero sulla facile e indecorosa morale esistente nel mondo dello spettacolo.
Tormento, capisco bene il fascino che può esercitare su di te il mondo della destra. Spesso colpisce molto gli iealisti.
Fra l'altro, forse per la mente indipendente e fuori dagli schemi, ammetto di aver esercitato una certa attrazione nei ragazzi di destra, probabilmente perchè a quei tempi la maggior parte delle donne supportava in un ruolo passivo i capipopolo barbuti di sinistra.
Oltretutto sono cresciuta in un quartiere, Prati, "nero per antonomasia" e poco lontano c'era la Balduina, altro "covo" di neri, basta ricordare le aggressioni alle sezioni Pci e l'omicidio di Walter Rossi.
Erano davvero "anni di piombo", altri tempi., come dici tu. Tempi in cui passavi per "fascista" anche solo se ti vestivi bene o detestavi il "pane e frittata", non aascoltavi gli Intillimani e i cantautori politicizzati e tyi azzardavi a fare una battuta disimpegnata.
Anni in cui la divisa erano l'eskimo e le clark ed il Vangelo erano Marx, Marcuse, Mao e il Che.
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Sall il Ven 03 Set 2010, 12:55

quela ha scritto:
Beh, come ho detto, il mio incontro con Giusva è avvenuto in un momento (metà anni 70)

Molto interessante il tuo intervento, Quela. Sono d'accordo, hai fatto un buon ritratto di quegli anni. In questi termini sarebbe bello poter approfondire.
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Attivismo politico negli anni di piombo e non1

Messaggio Da quela il Ven 03 Set 2010, 13:07

Sall ha scritto:
quela ha scritto:
Beh, come ho detto, il mio incontro con Giusva è avvenuto in un momento (metà anni 70)

Molto interessante il tuo intervento, Quela. Sono d'accordo, hai fatto un buon ritratto di quegli anni. In questi termini sarebbe bello poter approfondire.
Basketball Grazie Sall!! Certo che si può!! Ognuno dica la sua, che ci sia stato o che gliel'abbiano raccontato!!
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Prof.Cipolla il Ven 03 Set 2010, 14:13

Cara Quela
mi spiace notare un certo compiacimento nel tuo post.
Lo chiami Giusva come se fosse un vecchio compagno di scuola o è una inconscia sottolineatura di una familiaretà che non c'è mai stata.

non mi aspetto una facile condanna ma "giusva" non ha sparato a zero solo sollo sulla moralità dell'ambiente dello spettacolo, ha sparato a zero a tante persone per il semplice fatto che le ha incontrate.
è una delle persone più malvage che abbiano attraversato la nostra epoca e la mia generazione.

Prof.Cipolla
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 140

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da tormento il Ven 03 Set 2010, 14:16

Prof.Cipolla ha scritto:Cara Quela mi spiace notare un certo compiacimento nel tuo post.
Lei ha narrato quello ha vissuto in prima persona. Se lei l'ha vissuto cosi' non ci si puo' fare niente.
In realta' mi piacerebbe che questo thread non si infuocasse, ma come auspicato da quela che "ognuno dica la sua, che ci sia stato o che gliel'abbiano raccontato!!"

Quindi se possibile, lascierei da parte giudizi morali o moralistici.
tormento
tormento
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1111
Età : 36
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Ven 03 Set 2010, 14:52

Prof.Cipolla ha scritto:Cara Quela
mi spiace notare un certo compiacimento nel tuo post.
Lo chiami Giusva come se fosse un vecchio compagno di scuola o è una inconscia sottolineatura di una familiaretà che non c'è mai stata.

non mi aspetto una facile condanna ma "giusva" non ha sparato a zero solo sollo sulla moralità dell'ambiente dello spettacolo, ha sparato a zero a tante persone per il semplice fatto che le ha incontrate.
è una delle persone più malvage che abbiano attraversato la nostra epoca e la mia generazione.
Professor Cipolla, lo chiamo "Giusva" perchè così è passato alla storia come protagonista della serie tv "La famiglia Benvenuti" per noi giornalisti che ci occupavamo di spettacolo negli anni 70. Forse non hai letto com'è iniziato questo dialogo fra me e Tormento. Sono stata io laprima ad attaccare la frase "Onore a Fioravanti" come decisamente fuori luogo, proprio in memoria di quel che Fioravanti aveva fatto.
Poi ho raccontato come l'ho conosciuto, tramite un amico comune ad una festa, intervistandolo per il suo recente passato da attore. A quei tempi si limitava a bombardare i muri con scritte politicizzate, con le bombolette spray.
Stavolta che ho fatto di male?
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Ven 03 Set 2010, 19:25

silent Silenzio di tomba.....
Chissà se il prof. Cipolla è andato a cercarsi i post di ieri dove contestavo la frase "Onore a Fioravanti".......
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Thomas Mann il Sab 04 Set 2010, 17:10

Difficile per chi ha trascorso gran parte della sua giovinezza fra i gruppi ultrasinistri parlare con senile distacco di fascisti e simili. Spesso lo studio e l'autocritica servono a farti rintracciare il volto di chi ti è sempre stato nemico e basta, ma le passioni, oh le passioni sono sempre li a fare capolino e a suggerirti che finché si parla in tranquillità e cordialità possiamo anche accettare le idee diverse, ma quando si spara, allora figlioli lì bisogna sciegliere, e si scieglie sempre con il cuore, mai con la ragione. Personalmente posso dirvi di aver partecipato attivamente al -68, e di aver considerato con sufficiente capacità d'analisi gli anni -70 e il resto del nostro tempo. A mio giudizio, se ad oggi ancora non abbiamo capito bene il ruolo storico dei fascisti siamo messi piuttosto maluccio a storia e politica. Così come saremmo messi maluccio se considerassimo in modo becero e ignorante il comunismo. In realtà le cose sono piuttosto chiare, sebbene complesse, resta tuttavia la nostra personale visione a oscurare quella che potrebbe essere la verità. E qui si ritorna al punto di partenza, le passioni! Contro chi sparare, se è necessario sparare? Voi avreste dei dubbi?

Perdonami Quela ma non ho per niente capito perché piaci hai fascisti!
Thomas Mann
Thomas Mann
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 589
Età : 67
Località : Roma

http://www.ilgiardinodizarathustra.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Sab 04 Set 2010, 19:28

Thomas Mann ha scritto:Difficile per chi ha trascorso gran parte della sua giovinezza fra i gruppi ultrasinistri parlare con senile distacco di fascisti e simili. Spesso lo studio e l'autocritica servono a farti rintracciare il volto di chi ti è sempre stato nemico e basta, ma le passioni, oh le passioni sono sempre li a fare capolino e a suggerirti che finché si parla in tranquillità e cordialità possiamo anche accettare le idee diverse, ma quando si spara, allora figlioli lì bisogna sciegliere, e si scieglie sempre con il cuore, mai con la ragione. Personalmente posso dirvi di aver partecipato attivamente al -68, e di aver considerato con sufficiente capacità d'analisi gli anni -70 e il resto del nostro tempo. A mio giudizio, se ad oggi ancora non abbiamo capito bene il ruolo storico dei fascisti siamo messi piuttosto maluccio a storia e politica. Così come saremmo messi maluccio se considerassimo in modo becero e ignorante il comunismo. In realtà le cose sono piuttosto chiare, sebbene complesse, resta tuttavia la nostra personale visione a oscurare quella che potrebbe essere la verità. E qui si ritorna al punto di partenza, le passioni! Contro chi sparare, se è necessario sparare? Voi avreste dei dubbi?

Perdonami Quela ma non ho per niente capito perché piaci hai fascisti!
Te lo spiego subito, Thomas. I ragazzi di "destra" sono apparentemente "tosti", o così vogliono sembrare ed all'epoca spesso giravano su moto SS, si tagliavano i capelli corti, volevano sentirsi super-eroi o roba del genere. In realtà nascondevano una fragilità assurda. Io- a chiunque mi abbia conosciuto, allora come oggi - appaio come una persona decisamente "per benino", dolce, educata, comprensiva, so ascoltare, capisco al volo quel che sta per dire chi mi sta di fronte (a volte, completo anche la frase prima ancora che sia lui a farlo, ma con rispetto e sensibilità, senza mai sembrare invadente). Però, pian piano viene fuori la mia indole "indipendente". Non do affato l'impressione di aver bisogno di chi mi sta accanto, o in ogni caso, se pure fosse, non lo darei mai a vedere ed ho una marea di altri interessi che possono colmare qualsiasi assenza. Tutto questo "accende" un maggior desiderio e provoca inevitabilmente una frustrazione, specie in un individuo che ostenta una sicurezza fatta soltanto di esteriorità. Ne ho visti piangere parecchi, uno di loro mi scriveva lettere con un inchiostro..rosso sangue e passava le notti in macchina, sotto casa mia.
Chissà, nella loro mente, ero diventata una sorta di Dea ariana, irraggiungibile.
In fondo erano molto più docili le ragazze irreggimentate nel giro della sinistra che si adattavano a distribuire ciclostili mentre i loro compagni barbuti facevano i capipopolo in piazza...
Ma questa è forse soltanto psicologia spicciole e mi aspetto un "pistolotto" di quelli feroci....
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Sab 04 Set 2010, 20:20

Dimenticavo..per quanto mi riguarda, non ho fatto nessuna analisi politica, limitandomi a dire la mia da un punto di vista psico-sociale che è decisamente più nelle mie corde. Arrow
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Thomas Mann il Dom 05 Set 2010, 16:30

Mia cara Quela, precisare che non hai mai fatto un'analisi politica era del tutto superfluo, in quanto dalle tue parole si deduce benissimo che di politica ne mastichi assai pochina. Le tue considerazioni su destri e sinistri sono di una superficialità disarmante e le tue considerazioni sulla tua personalità non c'entrano assolutamente niente con i due schiermenti. In realtà la condizione femminile è molto sentita a sinistra, come diritti sociali e uguaglianza dei sessi. Considera che la prima costituzione sovietica 1919... 1919! parlava di assoluta parità di diritti fra maschi e femmine, quando in europa ancora le donne non votavano. Fascista, per quanto mi è sembrato di capire, almeno per alcuni tipi di fascismo come quello Italiano, sono sempre sinonimo di ignoranza, parlo di ignoranza verso le materie umanistiche, di conseguenza l'atteggiamento verso il mondo femminile non può che essere da insensibili e becero maschilisti, parliamo di scopativa veloce con sorrisetto di soddisfazione da possesso e fammi da mangiare è stai zitta! Per i sinistri la donna è una compagna di strada, una persona con cui parlare e confrontarsi; per i destri è solo un oggetto da utilizzare con il massimo godimento possibile.
Mia dolce Quela, l'idea di uguaglianza è di sinistra non di destra, da questo puoi trarne tutte le dovute conseguenze.
Thomas Mann
Thomas Mann
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 589
Età : 67
Località : Roma

http://www.ilgiardinodizarathustra.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da tormento il Dom 05 Set 2010, 17:06

Mi sembra vagamente fuori luogo che tu dica a quela che le sue considerazioni su destri e sinistri siano superficiali.
Tu dici che la donna per i destri e solo uno strumento da utilizzare. Senza entrare nei dettagli ti dico, non sai di quello che parli ne' per quanto riguarda gli anni 70, ne' tantomeno adesso.
Sembra del tutto evidente che la considerazione che un maschio da' ad una donna sia prerogativa singola dell'individuo, della sua sensibilita'. NON ha certamente connotazioni politiche.
Non c'e' nessun ideale di disprezzo della donna nel pensiero fascista/di destra. Non scherziamo.

Se ne sai qualcosa di storia come dici di sapere, non ti sfuggira' il fatto che il primo ad estendere il voto alle donne in italia e' stato mussolini nel '24.
Questo diritto non fu poi mai concretizzato per il precipitare degli eventi in seguito all'assassinio di matteotti.

Vorrei pero' che si lasciassero da parte, come ho gia' detto, le critiche personali "tu sai, io so", "la tua analisi e' superificiale", etc etc.
Questo thread e' fatto per narrare esperienze, non per raccontare verita'.
tormento
tormento
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1111
Età : 36
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Dom 05 Set 2010, 18:45

Thomas Mann ha scritto:Mia cara Quela, precisare che non hai mai fatto un'analisi politica era del tutto superfluo, in quanto dalle tue parole si deduce benissimo che di politica ne mastichi assai pochina. Le tue considerazioni su destri e sinistri sono di una superficialità disarmante e le tue considerazioni sulla tua personalità non c'entrano assolutamente niente con i due schiermenti. In realtà la condizione femminile è molto sentita a sinistra, come diritti sociali e uguaglianza dei sessi. Considera che la prima costituzione sovietica 1919... 1919! parlava di assoluta parità di diritti fra maschi e femmine, quando in europa ancora le donne non votavano. Fascista, per quanto mi è sembrato di capire, almeno per alcuni tipi di fascismo come quello Italiano, sono sempre sinonimo di ignoranza, parlo di ignoranza verso le materie umanistiche, di conseguenza l'atteggiamento verso il mondo femminile non può che essere da insensibili e becero maschilisti, parliamo di scopativa veloce con sorrisetto di soddisfazione da possesso e fammi da mangiare è stai zitta! Per i sinistri la donna è una compagna di strada, una persona con cui parlare e confrontarsi; per i destri è solo un oggetto da utilizzare con il massimo godimento possibile.
Mia dolce Quela, l'idea di uguaglianza è di sinistra non di destra, da questo puoi trarne tutte le dovute conseguenze.
Certamente. Infatti le uniche analisi valide sono le tue.
Non m'interessa fare discorsi politici, e almeno IO l'ho ammesso.
Le mie erano osservazioni sul piano psicologico e sociale, settore in cui posso vantare una certa competenza.
Mi sembra che stavolta sia caduto TU nel luogo comune.
L'uguaglianza è di sinistra.
Hai mai letto il libro "Compagno Padrone"?
Io sì e ne ho fatto una recensione anzi un "corsivo" che ha anche avuto un certo rilievo, ai tempi.

Sarò ancora superficiale nelle analisi ma mi rendo conto che i "sinistrati" di una volta sono diventati più rigidi e irreggimentati dei parrocchiani cattolici.
La militanza politica è una prigione, quasi quanto la fede religiosa.
E non c'è da meravigliarsi se poi scoppiano le guerre.
Thomas, vatti a guardare un bel film comico e sdrammatizzante e fatti una partita a calcetto, che è tutta salute!
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da cassamede il Dom 05 Set 2010, 19:10

Narrare esperienze…giusto! Voglio però fare una considerazione prima, e cioè che apprezzo quanto dice Tormento a proposito del non uscirsene con giudizi affrettati su quanto uno qui va dicendo, perché appunto non si stanno facendo valutazioni politiche mi sembra! Devo però dire, al di là di quanto racconta Quela della sua esperienza, che dissento sul discorso della uguaglianza e parità, ma fino a un certo punto. Mi spiego. Sono perfettamente d’accordo sul fatto che atteggiamenti maschilisti o meno sono lasciati alla sensibilità, all’educazione e alla formazione del singolo, checché ne sia la sua ideologia politica! Tra l’altro il discorso sul perché del maschilismo, sulle origini e le “motivazioni” ci porta cmq lontani dalla distinzione destra/sinistra, in quanto a mio parere si tratta di un atteggiamento che trova le sue origini molto indietro, e si tratta di affermare un potere(vorrei aggiungere ...un potere maschile per contrastare il potere “naturale” femminile che è quello della vita, ma andiamo ancora più lontani e non voglio neppure iniziare polemiche). Ora io credo che questo desiderio di affermazione del potere se ha un genere, ed è quello maschile, tuttavia non ha una matrice politica, e la dimostrazione è nel fatto che ancora oggi in Italia, grazie anche al potere tipicamente maschile che è quello della chiesa, i discorsi sulle cosiddette “quote rosa” sono solo una strumentalizzazione propagandistica sia da destra che da sinistra. Io conosco la realtà di cui parla Quela perché, anche se di “striscio” l’ho vissuta, l’ho conosciuta, ed è vero che a sinistra, soprattutto negli anni 70, le donne si sono lasciate guidare dai “compagni” di lotta(eccezion fatta di alcuni esempi coraggiosi), ma si trattava di un inestirpabile “coazione a subire” del retaggio cattolico/comunista.(un mix italiano che non ha eguali in Europa!). Devo anche dire però che una cultura(non diciamo politica) di destra sicuramente ha seguito con meno”interesse” l’evoluzione dei costumi dell’occidente, pertanto resta maggiormente legata a quella distinzione di ruoli che è ormai abbastanza incancrenita. Mi dispiace di essere stata “lunga” e forse poco chiara, ma seguendovi con interesse da che sono qui, non ho potuto fare a meno di intervenire….
cassamede
cassamede
Inchiostro Bianco
Inchiostro Bianco

Messaggi : 39

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Dom 05 Set 2010, 19:27

Laughing E poi (scusa, ma - come dice una mia amica toscana- "mi ribollono le chiare"), tanto per rispondere alla tua teoria secondo cui gli uomini di destra, dopo la "sveltina" direbbero alla donna "zitta e fammi da mangiare" e quelli di sinistra no, penso che, per quanto riguarda la mia personale esperienza, la possibilità di una frase del genere siano state del tutto inesistenti.
Da quando in qua i giocattoli chiedono cibo?
Arrow
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Prof.Cipolla il Dom 05 Set 2010, 22:23

cari amigos

riprendo la questione del post di Quela su Fioravanti e il successivo post di Sall

parlo di una mia impressione, nulla di dimostrabile.
ma in una discussione di aspiranti scrittori contano certo le parole scritte ma anche il non detto e le impressioni evocate.


cara Quelo nel tuo post leggo compiacimento ed indulgenza ed anche nel successivo post di Sall.
come se non osaste sostenere apertamente la vostra opinione su Fioravanti.
come se non osaste scrivere : suvvia, Fioravanti non è così cattivo come lo dipingono.


il giovine Tormento mimetizza la sua ammirazione in una finta invettiva paradossale e scrive: "onore a Fioravanti" ed altri macellatori di carne umana.
in realtà la sua è "voce dal sen fuggita"

Tu e Sall fate una cosa simile ma con piu' tatto e abilità

Prof.Cipolla
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 140

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da tormento il Dom 05 Set 2010, 22:31

Caro cipolla siccome vedo che non hai capito, te lo rispiego.
Questo thread non e' il posto dove condannare o approvare nulla. E' fatto per parlare di esperienze personali e non di compiacimento o indulgenze o altro.
Se vuoi parlare di queste cose, apri un thread apposito.
Grazie.
tormento
tormento
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1111
Età : 36
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Sall il Dom 05 Set 2010, 22:52

In tutta onestà, cipolla, non mi sono ancora espresso riguardo. Ho solo fatto un apprezzamento al post di Quela: in qualche modo "diverso", "vissuto"; in qualche modo "meno distaccato" del solito "Fioravanti è un mostro".
Vedi, per come la penso io, siamo tutti esseri umani ed è stupido e limitativo etichettare come mostri/animali/non-umani alcune persone. Anzi, solo considerandoli esseri umani, esattamente come lo siamo noi, potremmo trarre insegnamenti essenziali e spunti di riflessione.
In altre parole: non dobbiamo rendere conto a nessuno, non dobbiamo ripetere delle ovvietà. Come ha precedentemente scritto Quela, in quegli anni se portavi la giacca elegante eri "fascista" se invece eri barbuto eri "comunista". Adesso credo possiamo andare oltre e non giudicare il pensiero di una persona interpretando il "non detto" o le "impressioni evocate" (parole tue).
Rispondo soltanto per chiarire (e poi, come dice tormento, torniamo al tema principale della discussione) che penso Fioravanti sia stato semplicemente un criminale, un uomo estremamente violento e mi fa schifo l'idea possa essere addirittura libero dopo quello che ha fatto. E questo lo dico tralasciando anche il discorso destra-sinistra. Per quanto mi riguarda la politica in quello che ha fatto ha anche un'importanza quasi irrilevante: sono solo persone che hanno utilizzato la politica per soddisfare la loro "sete di sangue".
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Dom 05 Set 2010, 22:53

Prof.Cipolla ha scritto:cari amigos

riprendo la questione del post di Quela su Fioravanti e il successivo post di Sall

parlo di una mia impressione, nulla di dimostrabile.
ma in una discussione di aspiranti scrittori contano certo le parole scritte ma anche il non detto e le impressioni evocate.


cara Quelo nel tuo post leggo compiacimento ed indulgenza ed anche nel successivo post di Sall.
come se non osaste sostenere apertamente la vostra opinione su Fioravanti.
come se non osaste scrivere : suvvia, Fioravanti non è così cattivo come lo dipingono.


il giovine Tormento mimetizza la sua ammirazione in una finta invettiva paradossale e scrive: "onore a Fioravanti" ed altri macellatori di carne umana.
in realtà la sua è "voce dal sen fuggita"

Tu e Sall fate una cosa simile ma con piu' tatto e abilità
Professore, ma ci fai o ci sei?
Hai letto con quanta rabbia mi sono scagliata contro la frase "Onore a Fioravanti" dopo che Granchio l'ha ricordata (io non avevo letto queste affermazioni, in passato)?
Rispondere, prego. l'hai letto o no?
E ti pare che una che pensa (sia pure velatamente) "Fioravanti in fondo non è così male come lo si dipinge?" si esprimerebbe così?
Lo sai come ti stai comportando?
Nè più nè meno come quelle femministe militanti arrabbiate che, soltanto a sentire la parola "maschio" , tirano fuori le forbici "virtuali" e sognano un finale alla Ferreri nel famoso film con Depardieu...
Ricordarsi di inserire il cervello prima di parlare (o scrivere)....
Ma perchè tu e Thomas non vi ritrovate per una bevuta in qualche pub e vi scambiate le vostre elasticisissime idee?
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Prof.Cipolla il Lun 06 Set 2010, 11:55

Cari Quela e Sall
avevo premesso che parlavo di "impressioni". nulla di più opinabile.

non avete nessuna simpatia per fioravanti?
Bene, sono il primo ad esserne felice.
mi sono sbagliato.

Sall, non ho nessun interesse ad appiccicare etichette e nonostante alcune mie intransigenti opinioni andrei volentieri a cena con Hitler e Gengis khan, così, per guardarli negli occhi e riflettere sulla natura di certi umani.
di sicuro, però, quando racconterei il fatto non li chiamerei Adolf e Gengis.

e sia ben chiaro che non ne faccio un discorso destra-sinistra.
Dice bene Sall che molti che avevano un loro personale sete di sangue hanno cercato di soddisfarla sotto una una bandiera ed una struttura ideologica che glielo consentisse.

son invece in disaccordo sul concetto di "evocato" e non "non detto"
parlo in generale:
Se fossimo un forum di avvocati specializzati a scrivere contratti sarebbe giusto perchè in un contratto vale solo ciò che c'è scritto ma trattandosi di persone che hanno la pretesa di scrivere e suscitare emozioni etc.
ebbene vale anche ciò che non viene detto e ciò che viene evocato, fatto intuire.

Prof.Cipolla
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 140

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da tormento il Lun 06 Set 2010, 11:57

I feel ignored.
tormento
tormento
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1111
Età : 36
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Lun 06 Set 2010, 12:04

Prof.Cipolla ha scritto:andrei volentieri a cena con Hitler e Gengis khan, così, per guardarli negli occhi e riflettere sulla natura di certi umani.
di sicuro, però, quando racconterei il fatto non li chiamerei Adolf e Gengis.
Ancora? Hai rivolto la frase a Sall ma ti sei riferito al "mio" mod odi chiamare Fioravanti, ossia "Giusva". Come si dice "parli con nuora, perchè suocera intenda" (ma quanto ci piacciono 'sti luoghi comuni!!).
Ho già spiegato che ho usato il "Giusva" parlando di Fioravanti perchè, nel giro giornalistico, è normale utilizzare questo tipo di diminutivi per i vari personaggi e quando l'ho conosciuto Fioravanti era ancora soltanto un uomo (anzi un ragazzo) "di spettacolo". E sinceramente, preferisco ricordarlo così, visto come si è vergognosamente evoluto.
Ho parlato del mio "incontro" con lui su richiesta di Sall (o Tormento, non ricordo). In "quel" preciso momento Fioravanti era soltanto un amico di un mio caro amico e parlare con lui mi dava la possibilità di "confezionare" una gustosa intervistina per un giornale della sera.
Comunque mi hai dato un'idea. Scriverò un libro sulla vicenda e lo intitolerà "Ho ballato con un pluriomicida"......
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da tormento il Lun 06 Set 2010, 12:11

quela ha scritto:Comunque mi hai dato un'idea. Scriverò un libro sulla vicenda e lo intitolerà "Ho ballato con un pluriomicida"......
Sarebbe davvero interessante. Io lo leggerei.
tormento
tormento
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1111
Età : 36
Località : Padova

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Prof.Cipolla il Lun 06 Set 2010, 13:53

quela ha scritto:
Prof.Cipolla ha scritto:andrei volentieri a cena con Hitler e Gengis khan, così, per guardarli negli occhi e riflettere sulla natura di certi umani.
di sicuro, però, quando racconterei il fatto non li chiamerei Adolf e Gengis.
Ancora? Hai rivolto la frase a Sall ma ti sei riferito al "mio" mod odi chiamare Fioravanti, ossia "Giusva". Come si dice "parli con nuora, perchè suocera intenda" (ma quanto ci piacciono 'sti luoghi comuni!!).
Ho già spiegato che ho usato il "Giusva" parlando di Fioravanti perchè, nel giro giornalistico, è normale utilizzare questo tipo di diminutivi per i vari personaggi e quando l'ho conosciuto Fioravanti era ancora soltanto un uomo (anzi un ragazzo) "di spettacolo". E sinceramente, preferisco ricordarlo così, visto come si è vergognosamente evoluto.
Ho parlato del mio "incontro" con lui su richiesta di Sall (o Tormento, non ricordo). In "quel" preciso momento Fioravanti era soltanto un amico di un mio caro amico e parlare con lui mi dava la possibilità di "confezionare" una gustosa intervistina per un giornale della sera.
Comunque mi hai dato un'idea. Scriverò un libro sulla vicenda e lo intitolerà "Ho ballato con un pluriomicida"......

Vedo che cominci a mettere a fuoco il nocciolo della questione.
tutti gli uomini malvagi, sia quelli che esercitano su piccola scala come i mafiosi ed i terroristi sia quelli che ammazzano su scala industriale come i dittatori, hanno un tratto comune nella modalità con cui si raccontano e come vengono rappresentati dai loro ammiratori palesi ed occulti.

tutti raccontano la loro pseudo-quotidianità, quanto volevano bene alla mamma, quanto gli piaccia la musica classica o come cucinano bene gli asparagi. e così via, un pulviscolo di informazioni inutili che ha il solo effetto di camuffare l'essenza della loro natura.
il compito di chi aspira a diventare uno scrittore dovrebbe essere simile a colui che:
..gli allor ne sfronda
ed alle genti svela
di che lacrime grondi
e di che sangue..



Prof.Cipolla
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 140

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da quela il Lun 06 Set 2010, 14:51

Laughing Non solo i dittatori e i serial killer si raccontano così. Devo ancora incontrare un uomo (o una donna) che, in un'intervista ammetta di aver praticato in gioventù sevizie su piccoli animali o profanato tombe. Però, devo ammettere che al mio appello manca Marilyn Manson....
Cipollotto, conosco i meccanismi di creazione del mito. mi sono laureata proprio con una tesi sulla genesi del divo attraverso i mass-media. bounce
quela
quela
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 307
Località : Roma

http://www.abracadabracats.it

Torna in alto Andare in basso

Attivismo politico negli anni di piombo e non Empty Re: Attivismo politico negli anni di piombo e non

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 4 1, 2, 3, 4  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.