Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Ebooks: decadenza culturale?

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Momo il Lun 23 Apr 2012, 16:35

nick mano fredda ha scritto:ma come sei veeeeecchia... noi gggiovani non le facciamo più queste cose da nonna papera da una vita!
e comunque è vero, i prodotti industriali riguardo al rischio botulino sono molto più sicuri dei prodotti fatti in casa... non so, forse ti servirebbe un bell'assaggiatore... ecco, sabanel!
Wink

nick, nick, questa tua affermazione svela che non sei più così gggiovane... Wink Il "ritorno alle origini" in realtà fa tendenza nella mia generazione. In Italia siamo ancora un po' indietro, ma in altri Paesi è una tendenza riconosciuta dell'universo "giovane" (anche se non maggioritaria). L'ho scoperto un po' di tempo fa, proprio quando pensavo di essere riuscita finalmente a distinguermi dalla massa per la mia scelta di vita nei boschi. Sad
Sul rischio botulino (e di altri malanni) ho letto anch'io diverse cose, ed è vero, sembra che i procedimenti automatizzati con cui vengono preparati e confezionati i cibi a livello industriale riducano i rischi di contaminazione.
Però i rischi possono essere ridotti praticamente a zero anche a livello domestico, mediante una buona igiene e corrette procedure nella preparazione dei trasformati; e inoltre determinati trasformati sono poco a rischio di botulino perché contengono sostanze che non ne favoriscono lo sviluppo.
Sab? Già fatto, e come vedi è più vispo e arzillo che mai!
Momo
Momo
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 237
Età : 39
Località : Sconosciuta a Google Earth

http://www.senzaombrello.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da alessandro.maiucchi il Lun 23 Apr 2012, 17:00

Ecco il mio punto di vista:

Ne penso tutto il bene e tutto il male possibile. Partiamo dal male: a mio avviso saranno per l’editoria quello che gli MP3 sono stati per la musica. Forse peggio, perché la musica la ascoltano tutti, mentre non tutti leggono. I primi ad andare saranno i lettori massivi. Chi legge 30-40 libri all’anno spende da 200 a 600 euro. Magari continuerà ad acquistare i libri del suo autore preferito, ma perché rischiare con gli altri? Quindi, anche se stanno cercando un formato robusto, a mio avviso ci saranno comunque migliaia di libri disponibili in modo illecito, molti più di quanti se ne possano leggere. L’unica arma sarà tenere bassi i prezzi, non oltre i 4 euro. Oggi vedo ebook da 12 euro, quindi credo non abbiano capito. Ma capiranno, oh se capiranno… Invece, ecco il bene: minor controllo da parte degli editori, maggior potere dei lettori. Non compreremo più libri imposti dalla pubblicità, ma soprattutto quelli suggeriti dalla qualità. Il passaparola sarà immediato. Se vedo un amico che mi consiglia un libro fantastico, lo avrò sul mio reader dopo trenta secondi invece che attendere almeno l’indomani per la libreria, o una settimana dal bookstore online. Spendendo almeno un quarto del prezzo. E’ un discorso lungo, ma a mio avviso parte da qui.
alessandro.maiucchi
alessandro.maiucchi
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 153
Età : 54
Località : Roma

http://www.alexmai.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da alessandro.maiucchi il Lun 23 Apr 2012, 17:01

Ovviamente non penso ci sia via di fuga dai reader... si tratta solo di vedere se sono una minaccia o un'opportunità...
alessandro.maiucchi
alessandro.maiucchi
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 153
Età : 54
Località : Roma

http://www.alexmai.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Writer il Lun 23 Apr 2012, 17:56

Io trovo molto cinismo nella maggior parte dei commenti posti a favore del reader ergo dell'eboook.

Io non ho avuto nessun trauma, nessuno almeno che riguardi la mia controversia per il lettore. Ma vogliamo per forza rendere tutto virtuale? Già il tasso di disoccupazione è aumentato anche a causa dell'alta tecnologia, poiché quello che una volta veniva fatto da dieci persone oggi viene svolto da un computer e un uomo che lo accende. E la cosa mi fa rabbrividire! Per di più con il libro virtuale svanisce pure quel contatto intimo che sia ha con la carta. Arrotolare il libro, quando si medita su una frase che ci ha colpito, piegare la pagina quando il libro è troppo voluminoso e si stanca a tenerlo completamente aperto, poggiarlo sulle gambe quando stiamo in poltrona, scaraventarlo contro il muro quando un personaggio ci manda in bestia, spezzare - cosa che m'è successo raramente, ma è pur sempre un gesto che si può fare solo con un libro VERO -, il dorso e agevolare l'apertura completa, sottolineare sul serio i pezzi che ci interessano e ritrovarli velocemente quando poi ci servono e poi non tralasciamo il fattore più importante, l'odore della carta e dell'inchiostro, il gesto di scartabellare velocemnte le pagine per vedere il contenuto, il contatto con la carta e non per ultimo il gesto di posizionare il libro in libreria, troavare lo spazio dove ficcarlo e la folle ricerca di imbambolarsi davanti gli scafffali e contemplarli. Io quando ho un libro in mano mi sento l'uomo più ricco del mondo e sono fiero quando sottobraccio faccio la fatica di portare otto chili di carta e non mi stanco mai, anzi! Io ogni anno spenso ben oltre 600 euro in carta e per me non sono mai sprecati, anche quando il contenuto di un libro non lo apprezzo, per me non sono mai soldi buttati. Purtroppo al contrario di quel che pensavo, sono sempre meno le persono che riescono a capire 'sta cosa.

Writer
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 144
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Aspide il Lun 23 Apr 2012, 18:07

E' vero, Ale i lettori massiivi (vedi me, un libro a settimana), stanno già andando via. E' eccezionale il materiale che riesco a trovare gratuitamente in rete. A dirla tutta, godo come una matta. cheers Quanti libri tutti per me! study
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Writer il Lun 23 Apr 2012, 18:48

Purtroppo, Aspide, i tuoi non sono libri, sono codici binari che dànno freddezza e senso di solitudine.

Writer
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 144
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Aspide il Lun 23 Apr 2012, 18:50

Writer, a me non piace la carta, piace quello che c'è scritto. Se poi ho freddo, accendo il riscaldamento e mi metto sotto le coperte. In quanto alla solitudine... tu non sai quanto la desideri. Comunque, ognuno ha i suoi punti di vista. scratch
Aspide
Aspide
Inchiostro Blu
Inchiostro Blu

Messaggi : 1953
Località : Montagne appenniniche

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da caspiterina il Lun 23 Apr 2012, 22:22

Aspide ha scritto:Writer, a me non piace la carta, piace quello che c'è scritto. Se poi ho freddo, accendo il riscaldamento e mi metto sotto le coperte. In quanto alla solitudine... tu non sai quanto la desideri. Comunque, ognuno ha i suoi punti di vista. scratch

D'accorsissimo con te. Ormai sembra un mantra...

_________________
Que não seja imortal, posto que é chama. Mas que seja infinito enquanto dure.
Vinicius de Moraes
caspiterina
caspiterina
Admin
Admin

Messaggi : 4537

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da nick mano fredda il Lun 23 Apr 2012, 23:44

@momo
'ccidenti... e io che pensavo d'essermi camuffato così bene da gggiovane... e comunque cos'è una vanga-forca? e una fresa motorizzata? sai, io sono di quelli convinti che i polli nascono già in comode vaschette di polistirolo e cellophane

@writer
ma perché l'alfabeto non è un codice? tutto è codice, pure il grugnito dei bei tempi andati
nick mano fredda
nick mano fredda
Inchiostro Verde
Inchiostro Verde

Messaggi : 990
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Writer il Mar 24 Apr 2012, 00:56

ma perché l'alfabeto non è un codice? tutto è codice, pure il grugnito dei bei tempi andati

Ci sono codici e poi ci sono codici alienanti e quello del reader fa parte dei secondi, dato che annulla, cancella ogni tipo di umanità, rendendo la lettura - da sempre momento di intimità fra l'io-lettore e il libro -, una mera distopia del non-essere.

In quanto alla solitudine... tu non sai quanto la desideri

Anch'io sono sempre impegnatissimo e sto sempre a contatto con ottomila persone - e per un misantropo come me è il peggior castigo che si possa immaginare - eppure quell'alienazione data dal reader non posso concepirla. Mentre sto qui a scrivere una risposta di difesa alla frammentazione o peggio distruzione della cultura e di quello che finora l'ha retta in piedi - il libro - mi trovo sommerso di carta e polvere e dei loro odori quindi, nella mia biblioteca domestica con più di quattromila volumi fra romanzi, raccolte poetiche, saggi e monografie artistiche, e mi rendo conto che questo è il giusto e che ciò che voi state difendendo è praticamente il freddo e nullo spazio creato da bit che consumata la batteria vi abbandona senza pentimento.

Writer
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 144
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Annalisa il Mar 24 Apr 2012, 10:08

Decadenza culturale? La decadenza culturale è dovuta al fatto che oggi sono pochi quelli che leggono perché c'è, a parere mio, la volontà di guidare i giovani verso altri lidi, tipo "Il grande fratello", ma magari fosse quello di Orwell! Purtroppo è quello che ti mostra che se non sei bello e che se non hai niente, allora non sei nessuno. Questo perché meno si conosce più facilmente possono rigirarci come vogliono.I Libri cartacei e gli ebook purtroppo non sono neanche considerati dalla maggior parte della gente ed è per questo che la cultura sta scendendo. Scegliere un formato o un altro dipende dalle proprie esigenze, ci sono pro e contri per entrambi.

Annalisa
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 157

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da alessandro.maiucchi il Mar 24 Apr 2012, 11:19

Writer ha scritto:Per di più con il libro virtuale svanisce pure quel contatto intimo che sia ha con la carta. Arrotolare il libro, quando si medita su una frase che ci ha colpito, piegare la pagina quando il libro è troppo voluminoso e si stanca a tenerlo completamente aperto, poggiarlo sulle gambe quando stiamo in poltrona, scaraventarlo contro il muro quando un personaggio ci manda in bestia, spezzare - cosa che m'è successo raramente, ma è pur sempre un gesto che si può fare solo con un libro VERO -, il dorso e agevolare l'apertura completa, sottolineare sul serio i pezzi che ci interessano e ritrovarli velocemente

Puoi fare molte di queste cose (magari in altro modo) anche col libro elettronico. Però non fai abbattere le foreste Smile Come se dice a Roma, "mo' mettece 'na pezza!" Basketball
alessandro.maiucchi
alessandro.maiucchi
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 153
Età : 54
Località : Roma

http://www.alexmai.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da alessandro.maiucchi il Mar 24 Apr 2012, 11:21

Aspide ha scritto:E' vero, Ale i lettori massiivi (vedi me, un libro a settimana), stanno già andando via. E' eccezionale il materiale che riesco a trovare gratuitamente in rete. A dirla tutta, godo come una matta. cheers Quanti libri tutti per me! study

Io non ho mai cercato un ebook... ho trovato per caso mille romanzi zippati (mentre cercavo altro) tra cui tutto King e tutta la Rowlings in inglese... saranno le prime letture elettroniche (non mi piace rileggere perchè c'è troppo che ancora non ho letto, ma in inglese va bene...)
alessandro.maiucchi
alessandro.maiucchi
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 153
Età : 54
Località : Roma

http://www.alexmai.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Momo il Mar 24 Apr 2012, 11:29

@writer: come leggi, anch'io sono un'amante irriducibile del libro di carta... però una cosa che si impara su questo forum è che la stessa passione può essere vissuta in molti diversi modi. Ciò che conta, credo, è che tutti coloro che scrivono qui hanno una vera passione per la lettura, per la scrittura e per la cultura in generale.
Ognuno a suo modo, ognuno a partire da spiagge diverse, tutti noi amiamo viaggiare in mondi creati da altri, e crearne a nostra volta; e credo che questa sia la cosa fondamentale, specialmente in una società alienante e superficiale come quella in cui viviamo, dove i media ci fano credere che esista una e una sola strada da percorrere per tutti.
Cosa importa, in fin dei conti, se altri amano leggere a video? Certo, il contenuto non è del tutto indipendente dalla forma (almeno secondo il mio parere), ma non è detto che una forma diversa non possa offrire importanti esperienze, anche se naturalmente diverse...
Momo
Momo
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 237
Età : 39
Località : Sconosciuta a Google Earth

http://www.senzaombrello.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Momo il Mar 24 Apr 2012, 11:35

@nick: la vanga-forca è una specie di forcone a punte piatte usato nell'agricoltura biologica e biodinamica: a differenza della fresa (un macchinario generalmente funzionante a benzina che si usa per ribaltare le zolle nel campo, eliminando le erbacce e rendendo più morbida la terra), non ribalta le zolle di terra ma si limta a smuoverle, cosa che, a quanto pare, permette di rendere la terra più morbida e lavorabile senza però stravolgere la struttura del terreno: cioè, ci sono alcuni organismi e microrganismi utili per la vita del terreno che possono essere danneggiati da un totale ribaltamento della zolla...
Scusate per l'OT...
Momo
Momo
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 237
Età : 39
Località : Sconosciuta a Google Earth

http://www.senzaombrello.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Sall il Mar 24 Apr 2012, 11:54

Il libro è un supporto per la scrittura, non è fine a se stesso. Anche l'eBook reader è un supporto. Non ti piace? Non usarlo. Ti è utile? Usalo. Fine.
Pensare di lanciare pietre contro le vetrine che espongono ebook reader è esattamente come pensare di fare un rogo di libri. Un atto di violenza. Oppressivo e stupido che di sicuro non si confà a un appassionato di letteratura, di libri e di scrittura. Wink

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Writer il Mar 24 Apr 2012, 12:54

Un vero appassionato di letteratura, di libri e di scrittura non leggerebbe mai per mezzo di un reader - e te lo dico con coscienza dei fatti poiché conosco i soggetti, tanti soggetti - sto a parla' dei veri appassionati di letteratura, cultura e libri - e questi non compreranno mai il reader, alcuni l'hanno ricevuto dalle aziende produttrici come omaggio per scriverci su degli articoli e pubblicizzarli, fra cui io, ma nessuno dopo una settimana o poco più di prova, è riuscito a cavarci qualcosa di buona se non l'anniversario di morte della cultura. In Italia la cultura non paga, non dà mangiare, lo dicono i nostri politici, e noi - uso il plurale maiestatis, sicché lo usano anche i giornalisti [Cit.] -, stiamo dando loro la dimostrazione dei fatti. La scuola è distrutta, i musei in decomposizione, i centri d'arte scomparsi, adesso i lettori stanno a distruggere l'editoria - come se già non bastavano i grandi trust -, e i giornali che vengono prodotti sempre in minor copie. E a me sembra paradossale che ci sia qualcuno che dice che la cosa è buona dato che così non si abbatteranno alberi. A parte che la maggior parte dei testi vengono stampati su carta riciclata e lo stesso vale per i quotidiani, ma poi i libri sono per sempre, non è sprecata la carta usata, secondo punto per tali commissioni vengono abbattuti degli alberi fatti crescere appositamente a questo scopo e non vanno nelle foreste naturali a tagliuzzare baobab secolari e punto terzo a distruggere le foreste è la mano dell'uomo incolto che non legge libri quindi, e cola laddove c'era il verde, il cemento grigio per costruire e costruire e costruire, e con quegli alberi non ci fanno una minchia, altro che carta!

Writer
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 144
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da alessandro.maiucchi il Mar 24 Apr 2012, 13:06

Se te l'hanno regalato e non lo usi, possiamo incontrarci così me lo regali?
Grazie Smile

PS Quella sulla carta era una battuta, il mondo finirà ben prima degli alberi...
alessandro.maiucchi
alessandro.maiucchi
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 153
Età : 54
Località : Roma

http://www.alexmai.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Writer il Mar 24 Apr 2012, 13:23

Me ne hanno regalati due, solo che non so se li ho buttati (opzione più probabile) o li ho messi dentro qualche cassetto e li ho "persi". Certo potrei regalarteli tanto non li uso e non li userò, solo sono contro la diffusione del reader per cui il mio obiettivo è acquistare e farmi regalare tutti i reader esistenti e poi fare un grande rogo in stile medievale in Campo de' Fiori e poi invitare tutti i presenti ad acquistare veri libri in quella piccola libreria sita nella piazza, che si regge ancora per poco a stenti. Le librerie romane stanno tutte a mori', quella in corso Vittorio è chiusa da novembre ed è una vergogna che un luogo culturale di tanta bellezza e importanza storica sia andata a finire così!

N.B. ho detto bruciare in stile medievale i reader (vuoti) e non mi pare che la cosa possa venir paragonata al rogo dei libri, sicché il mio di rogo è votato alla salvezza degli stessi!

Writer
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 144
Località : Roma

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Sall il Mar 24 Apr 2012, 13:33

Writer ha scritto:Un vero appassionato di letteratura, di libri e di scrittura non leggerebbe mai per mezzo di un reader - e te lo dico con coscienza dei fatti poiché conosco i soggetti, tanti soggetti - sto a parla' dei veri appassionati di letteratura, cultura e libri - e questi non compreranno mai il reader
Ah, ok. Dannazione... e io che pensavo di essere un appassionato di letteratura, di libri e di scrittura... Ora come faccio? Quasi quasi chiudo questo forum, anzi, no, lo do in gestione a uno di quei veri appassionati che non comprano per scelta un ebook reader! Laughing

Writer ha scritto:
adesso i lettori stanno a distruggere l'editoria - come se già non bastavano i grandi trust -, e i giornali che vengono prodotti sempre in minor copie. E a me sembra paradossale che ci sia qualcuno che dice che la cosa è buona dato che così non si abbatteranno alberi.
Da quando ci sono gli eBook sono venute fuori come funghi piccolissime case editrici indipendenti. Produrre cartaceo ha un costo materiale, di mezzi, di distribuzione, ogni editore necessita di uno o più magazzini. Prima ci si lamentava che c'erano dieci marchi editoriali e che bisognava subire il loro diktat che si pubblicava solo se si era raccomandati e che erano tutti un branco di mafiosi, ora ci si lamenta che ce ne sono troppi. Insomma, siamo bravi a lamentarci. Very Happy
Fatto sta che negli ultimi anni c'è molto movimento, l'editoria sta respirando un'aria molto frizzantina e sta tutto tranne che morendo.

_________________
pluralis maiestatis, lo usano anche i giornalisti!
Sall
Sall
Founder
Founder

Messaggi : 5007
Località : Venezia

http://www.inchiostroepatatine.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Annalisa il Mar 24 Apr 2012, 13:48

Io leggo sia i cartacei e sia gli ebook e questi ultimi un po' di più perché, essendo miope, metto la grandezza del carattere che fa per me; giro le pagine più velocemente e nella borsa non ho tanto peso. Il supporto su cui si legge non è importante, è importante ciò che è scritto. Alla fine è una scelta e neanche tanto perché se trovi un titolo che vuoi leggere solo in ebook che fai, ci rinunci? Allora non sei appassionato ma cocciuto.

Annalisa
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 157

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da alessandro.maiucchi il Mar 24 Apr 2012, 14:17

Writer ha scritto:Le librerie romane stanno tutte a mori', quella in corso Vittorio è chiusa da novembre ed è una vergogna che un luogo culturale di tanta bellezza e importanza storica sia andata a finire così!

Non credo sia colpa degli ebook...
alessandro.maiucchi
alessandro.maiucchi
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 153
Età : 54
Località : Roma

http://www.alexmai.it

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Ratsy il Mar 24 Apr 2012, 14:44

Trovo la tua attitudine, Writer, reazionaria e classista. Forse mi sto ripetendo ma lasci l'albero nasconderti la foresta. Per prima cosa, "La Cultura" non è in "pericolo", la cultura è un continuo mutamento, un movimento perpetuo, finché ci saranno uomini e finché questi uomini si esprimeranno, attraverso l'arte, la letteratura, la cucina, la religione, i costumi etc. Può avere dei periodi più o meno buoni, ed è importante salvaguardare la produzione del passato, il nostro patrimonio. Ma bisogna anche lasciare la via libera a quello che nasce oggi, e che nascerà domani. La nostra cultura sarà salva finché ci saranno persone (e per fortuna ce ne sono tantissime) che la preserveranno, prendendosi cura delle tracce di quello che fu, e permettendo ai nuovi germogli di crescere. Tanti germogli di tanti tipi diversi. Non mi va di radere una foresta al suolo perché non conosco, perché non sono abituato al tipo di albero che vi cresce. L'ebook è una delle innovazioni della nostra era, porta con sé un nuovo modo di leggere, un nuovo approccio e fruizione del sapere, e della condivisione del sapere. Non sapiamo ancora in che modo rivoluzionerà le nostre usanze, e questo può far paura. Capisco la paura. Ma non riesco ad accettare reazioni così violente da parte di chi pretende appartenere al mondo delle Lettere e della Cultura. Da chi, per di più, definisce il mondo del sapere come elitario e chiuso, e si proclama autorevole in nome di una presunta superiorità di carica lavorativa. Per me queste persone sono pericolose. Vivi e lasci vivere, come si dice. Neanche a me piace molto l'ebook, ma mi piacciono le sue potenzialità, mi entusiasmano le pulsazioni di questa nuova realtà che sta crescendo. La qualità della cultura è resa possibile dalla molteplicità delle sue forme, e le innovazioni tecnologiche come l'ebook permettono e incoraggiano tale abbondanza. Una cultura ferma è una cultura morta.

_________________
They did not know it was impossible, so they did it!
Mark Twain
Ratsy
Ratsy
Admin
Admin

Messaggi : 4292
Località : Nel ventre della balena

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da lauramegali il Mar 24 Apr 2012, 14:45

Un argomento pretestuoso e una polemica ormai stucchevole, soprattutto con chi si ritiene l'unico depositario sul pianeta, insieme ai suoi amici naturalmente, dell'amore per la letteratura.
Fin quasi dal primo post s'è detto che gli ebook non sostituiscono ma affiancano i libri, che la vera causa di decadenza (culturale e non solo) è il leggere troppo poco, non certo il supporto su cui si legge, ma è evidente che cozziamo contro il dogma, e il dogma è inconciliabile con la razionalità. Allora proporrei sommessamente di rispolverare il bellissimo titolo di una rubrica di "Cuore", antico "Settimanale di resistenza umana": "E chi se ne frega?"
Forse in pochi ricordano questa rubrica. Peccato.
lauramegali
lauramegali
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 343
Località : valle dei laghi

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Annalisa il Mar 24 Apr 2012, 15:03

Ti quoto a pieno Ratsy, soprattutto quando dici che la cultura è in continua evoluzione finchè ci saranno uomini che si esprimeranno attraverso l'arte e i mezzi che si metteranno a loro disposizione.

Annalisa
Inchiostro Giallo
Inchiostro Giallo

Messaggi : 157

Torna in alto Andare in basso

Ebooks: decadenza culturale? - Pagina 3 Empty Re: Ebooks: decadenza culturale?

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.